L'ibrida plug-in si aggiorna con una batteria da 10 kWh. Ha più autonomia a zero emissioni e fa 50 km con un litro di benzina

Sarà un caso, ma da quando Harald Krueger ha lasciato la guida di BMW in favore di Oliver Zipse non passa giorno senza che escano news su un qualche nuovo veicolo elettrico o ibrido della Casa. Oggi è la volta della BMW 225xe Active Tourer, che si presenta in una versione migliorata.

Una batteria più capiente

La prima novità introdotta dall'ibrida plug-in della Casa bavarese sta nella batteria. Se la prima versione, arrivata sul mercato nel 2016, aveva una batteria con capacità di 7,7 kWh, ora la nuova monta un nuovo pacco agli ioni di litio da 10 kWh che occupa esattamente lo stesso spazio.

Per quanto riguarda i tempi di ricarica, un pieno di energia attraverso la rete domestica richiede 5 ore. Diventano 3 ore e 15 minuti se ci si affida ad un wallbox BMW.

Nuova BMW 225xe Acrive Tourer, fino a 57 km in elettrico

100 km con 2 litri

Grazie alla nuova batteria, la BMW 225xe Active Tourer dichiara consumi omologati nel ciclo WLTP compresi tra i 1,9 e i 2,1 l/100 km. Questo perché l'auto è in grado di percorrere – sempre stando a quanto rilevato durante l'omologazione – una distanza di circa 55-57 km in modalità esclusivamente elettrica. Così facendo, l'auto dichiara emissioni di CO2 di 42 g/km, con un risparmio di circa il 20% rispetto alla precedente.

L'auto, batteria a parte, conferma il powertrain della precedente versione. Adotta infatti il motore termico a tre cilindri da 1,5 litri di cilindrata da 136 CV all'unità elettrica da 64 kW. Il primo, posto sotto il cofano anteriore, trasmette il moto all'avantreno, mentre il secondo, posto sull'assale posteriore, scarica coppia motrice alle ruote dietro.

Nuova BMW 225xe Acrive Tourer, fino a 57 km in elettrico

La Sport Activity bavarese può contare, oltre che sulla trazione integrale, su una potenza complessiva di 224 CV e su una coppia massima di 385 Nm. Scatta così da 0 a 100 km/h in 6”7 e tocca i 202 km/h di velocità massima.