La Casa francese realizzerà una "versione speciale" del piccolo SUV elettrico, ma non si sa con quale marchio arriverà da noi

Carlos Ghosn resta in galera a Tokyo, ma gli effetti dei suoi piani industriali dettano ancora il passo nell'attività di Renault. La K-ZE, ad esempio, è frutto della sua volontà di proporre un veicolo elettrico accessibile su scala globale.

Presentato in Cina, infatti, il SUV compatto a zero emissioni sarà venduto non solo all'ombra della Grande Muraglia, ma verrà proposto su numerosi mercati dove può ottenere un buon riscontro, soprattutto nei paesi emergenti. Ma non solo, perché la K-ZE potrebbe avere molto senso anche per l'Europa.

Fotogallery: Renault K-ZE

In Europa con marchio Dacia?

A confermarlo è Gilles Normand, capo della divisione Veicoli Elettrici di Renault, che al magazine inglese Autocar ha detto a chiare lettere che "una versione speciale della K-ZE arriverà anche nel Vecchio Continente". Normand non ha voluto dare ulteriori dettagli, ma è lecito ipotizzare con buona approssimazione che l'auto in questione potrebbe arrivare da noi con marchio Dacia.

2019 Renault City K-ZE

Questo principalmente per due motivi. Il primo riguarda il fatto che in Europa Renault non vuole passare per costruttore di veicoli economici: per quella fascia di mercato la Casa francese ha già un brand di successo come Dacia. Il secondo riguarda il fatto che con una Duster, il SUV più venduto d'Europa, Renault ha davanti agli occhi un esempio lampante di come con Dacia il concetto di SUV accessibile sia passato alla grande. 

Renault sui mercati emergenti

In altri mercati dove Dacia non esiste e la gamma europea Renault è troppo cara - stiamo parlando di Brasile, India e Russia, ad esempio - i veicoli Dacia sono regolarmente venduti con marchio Renault, Duster inclusa. Ma in Europa il discorso resterà diverso.

2019 Renault City K-ZE

Sia quel che sia, una cosa è certa: la versione europea K-ZE rappresenterà una pietra miliare nella strategia elettrica di Renault in Europa. La Casa ha già anche ipotizzato un prezzo al pubblico, che dovrebbe aggirarsi intorno agli 11.500 euro

Prodotta in Cina con prezzi inferiori a 10.000 euro

Proprio per tenere un prezzo così competitivo, la versione europea della K-ZE sarebbe prodotta, come tutte le altre, in Cina. Questo a prescindere dal brand con cui arriverà da noi. L'auto, sul mercato interno cinese è disponibile su tre livelli di allestimento con prezzi compresi tra gli 8.000 e i 9.100 euro.

Renault K-ZE

Lunga 3,74 metri, larga 1,58 e alta 1,48, con un passo di 2,42, è spina da un motore elettrico alimentato da una batteria agli ioni di litio da 26,8 kWh (qui un articolo che spiega la capacità delle batterie), in grado di garantire un'autonomia di 271 km (NEDC). 

La vera domanda infine è: la K-ZE piacerà anche agli automobilisti europei? Come tutti gli altri anche loro sono sempre in cerca di un "affare", e quello di Renault potrebbe avere le carte in regola per diventarlo. Soprattutto pensando alle strade strette di molte città europee. Se tutto va come deve andare, insomma, Dacia avrà un altro SUV di successo oltre alla Duster. Proprio come Ghosn aveva previsto.

Fotogallery: Renault K-ZE