Grazie a un gruppo di banche cinesi la Casa americana potrà intensificare la produzione della Gigafactory 3 e gli investimenti nei prossimi 5 anni

Tesla ha una posizione privilegiata in Cina. Di tutte le Case che producono là, infatti, è l'unica ad aver ricevuto lo status di costruttore cinese dal governo. Grazie a questo, Elon Musk ha potuto realizzare un sito produttivo senza dover stringere accordi con brand locali.

Ora fonti non ufficiali hanno dichiarato alla Reuters che un gruppo di banche cinesi ha accordato alla Tesla un enorme prestito di 1,25 miliardi di euro circa (sono 10 miliardi di Yuan), stanziati in 5 anni, che verrà erogato proprio a sostegno delle attività cinesi di Tesla. La somma stanziata dalle banche va a sommarsi agli oltre 3 miliardi di euro (3,5 miliardi di Yaun) che sono stati stanziati lo scorso marzo con scadenza a 12 mesi.

Fotogallery: Tesla Model 3

Un cliente speciale

Stando a quanto riportato dall'agenzia di stampa, che cita due non meglio specificate fonti, la nuova somma sarà utilizzata da Tesla in parte proprio per ripianare il precedente prestito e in parte per finanziare politiche produttive e di espansione proprio sul mercato cinese. 

Tra gli istituti di credito coinvolti si citano anche la China Construction Bank, la Agricultural Bank of China, la Industrial and Commercial Bank of China e la Shanghai Pudong Development Bank. Per il nuovo prestito, esattamente come per il precedente, le banche applicheranno a Tesla un tasso di interesse pari al 90% del tasso di riferimento annuo cinese. Si tratta di condizioni che le banche cinesi offrono soltanto ai loro migliori clienti e questo conferma la fiducia che istituti e autorità locali ripongono nelle attività di Tesla in Cina.

 

Tesla continua a crescere

Tesla, d'altra parte, ha già avviato la produzione della Gigafactory 3, che da 1.000 Model 3 a settimana dovrebbe arrivare presto a 3.000, diventando una delle fabbriche con i più alti volumi produttivi di tutto il Paese asiatico.

Insomma, nonostante critiche e perplessità, Tesla sembra vivere un periodo florido, accompagnato anche da una serie di record segnati in Borsa. In un tweet pre-natalizio Elon Musk festeggiava il superamento per la prima volta nella storia di quota 420 dollari, ma ad oggi siamo già oltre 430.