La gamma del SUV elettrico (anche con carrozzeria Sportback) si amplia con la variante ad alte prestazioni: 0-100 in 4”5

Dopo le versioni 55 quattro e 50 quattro, l’Audi e-tron tira fuori i muscoli con la variante S, disponibile anche sulla Sportback. Le e-tron S ed e-tron Sportback S, a differenza delle altre, sono spinte da tre motori elettrici asincroni: due si trovano al posteriore e uno è piazzato davanti. Si tratta una soluzione che anche altre Case hanno già annunciato (leggasi Tesla Model S o Tesla Cybertruck) ma è su queste e-tron che lo schema meccanico fa il proprio debutto mondiale sul mercato.

Nello specifico, le versioni S della e-tron hanno il motore elettrico anteriore che è lo stesso montato posteriormente dalle 55 quattro. L’unità è in grado di erogare 169 CV (124 kW) in modalità normale e 204 CV (150 kW) nella funzione Boost. Dietro, invece, le e-tron S montano due motori elettrici più piccoli, identici, che insieme arrivano ad una potenza di 267 CV (196 kW) e, in modalità S, toccano i 359 CV (264 kW). Ciascuno trasferisce la potenza a una sola ruota posteriore.

Oltre 500 CV e quasi 1.000 Nm

Le due e-tron S, quando si inserisce la già citata modalità sportiva S, arrivano ad erogare una potenza complessiva di 503 CV (370 kW), e una coppia di 973 Nm. L’auto, grazie ad un sistema di raffreddamento a liquido della batteria molto evoluto, è in grado di tenere questi valori in piena accelerazione per 8 secondi. Considerando che ne bastano 4”5 per scattare da 0-100 viene da pensare che, anche con la partenza da fermo, non ci metta tanto di più per raggiungere la velocità massima, autolimitata elettronicamente, di 210 km/h.

Fotogallery: 2020 Audi e-tron S

Se si sceglie il programma di marcia normale, meno prestazionale, e-tron S ed e-tron Sportback S erogano comunque 435 CV (320 kW) di potenza e 808 Nm di coppia. Nulla cambia a livello di batteria. Le e-tron S montano ancora quella a 36 moduli da 12 celle presente sulla 55 quattro. L’intero sistema è lungo 2,28 metri, largo 1,63 e alto 0,34 metri ha una capacità complessiva di 95 kWh. Di questi, il 91% (pari a 86,5 kWh) è effettivamente disponibile per alimentare i motori. La batteria ha un voltaggio di 397 Volt e può erogare un picco di 430 kW.

Sportiva o supersportiva

Dal punto di vista dinamico le Audi e-tron S puntano a sottolineare l’indole sportiva. Sono dotate di due programmi che esaltano le prestazioni: Sport e Dynamic. Nel primo caso l’auto tara tutti i dispositivi elettronici per garantire la massima performance, mentre nel secondo caso si concede maggiore libertà al conducente e si possono anche innescare derapate e traversi.

2020  Audi e-tron S exclusive

Per migliorare l’efficienza energetica, i due SUV ad alte prestazioni sfruttano uno schema di trazione che, nella guida normale, indirizza la coppia motrice solo al retrotreno. Le quattro ruote motrici intervengono non appena le ruote posteriori iniziano a perdere aderenza o non appena si preme a fondo sul gas.

L’auto, per essere più agile tra le curve, è dotata anche di torque vectoring elettrico che simula il funzionamento di un differenziale meccanico. Nello specifico, quando si accelera in uscita di curva, si può avere maggiore coppia sulla ruota esterna (fino a 220 Nm in più rispetto a quella sulla ruota interna). In questo modo si riesce a chiudere meglio la traiettoria senza agire sullo sterzo più del necessario.

Più larga e più aerodinamica

A livello estetico, i due SUV ad alte prestazioni si riconoscono per carreggiate allargate di 23 mm, che ospitano cerchi da 20”, ma ha anche un’aerodinamica più curata. Se si sceglie la versione con le telecamere al posto degli specchietti retrovisori le due vetture possono arrivare a vantare un Cx di 0,26 (altrimenti ci si ferma ad un comunque soddisfacente 0,28).

2020  Audi e-tron S exclusive

Le versioni S delle e-tron hanno anche sospensioni attive di serie: possono variare l’assetto di ben 76 centimetri. Si adattano ai parametri dinamici e al fondo su cui si viaggia. Ad esempio, ad alte velocità, riducono l’altezza da terra di 26 cm, mentre se si seleziona il programma di guida dedicato all’offroad, incrementano l’altezza da terra e modificano le reazioni di fronte alle sollecitazioni.

Un abitacolo da corsa

Dentro, le versioni S della e-tron sono caratterizzate per rivestimenti in toni scuri. Rispetto alle altre e-tron, sulle S sono presenti sedili sportivi con regolazioni elettriche e rivestimenti in pelle e Alcantara ma, a richiesta, si possono avere anche sedute anatomiche più contenitive o sedili più comodi, in pelle traforata. Gli inserti in alluminio spazzolato possono inoltre essere sostituiti da altri in fibra di carbonio.