In campo 1 miliardo di euro di investimenti su 9 stabilimenti, con la fabbrica di Kamenz che rappresenta il cuore del progetto

Il mondo dell'auto elettrica si incrocia fatalmente all'evoluzione dell'industria 4.0. Riqualificazione, produzione automatizzata e interconnessa sono sempre più parole chiave per i player del settore, anche e soprattutto quando si parla di batterie.

E così, tra leak dei brevetti delle superbatterie Tesla, mosse a sorpresa della Cina e soprattutto strategie di rimonta dell'Europa, c'è anche Mercedes che punta forte sulla produzione "in proprio" degli accumulatori, con un investimento di 1 miliardo di euro declinato in un sistema di 9 fabbriche in 7 località sparse per il mondo. E avere a disposizione più batterie farà comodo perché come rileva la stessa Casa la compatta della serie elettrica EQ, la ruote alte EQA (qui le foto spia), è sempre più vicina.

Il primo centro di Kamenz

Il cammino di Mercedes mira a una sostanziale indipendenza su questo fronte, dopo che proprio un collo di bottiglia legato alle batterie aveva causato un rallentamento nella produzione della EQC. Dunque, la visione a lungo termine punta allo sviluppo di un percorso che, in realtà, è iniziato fin dal 2012 con il centro di Kamenz legato alla consociata Deutsche Accumotive GmbH & Co, in Sassonia, e proseguito nel 2018 con il secondo impianto (tra l'altro, CO2 neutral) che permetterà il superamento di mezzo milione di sistemi di batterie per veicoli ibridi, plug-in ed elettrici puri.

Lo sviluppo elettrico

Dall'inizio della sua attività di produzione, il primo impianto di Kamenz ha prodotto oltre mezzo milione di batterie agli ioni di litio, un obiettivo che a seguito delle varie espansioni la casa vuole arrivare a centrare su base annuale. Con il primo ampliamento si è riusciti a portare a regime la produzione della Mercedes EQC. Tra l'altro, la produzione di un pacco batterie agli ioni di litio richiede linee di produzione lunghe circa 170 metri con oltre 30 stazioni di produzione. Il pacco batteria di una Mercedes EQC contiene 384 celle saldate con laser con una tolleranza di 2 µm.

Le prossime sedi

“L'impianto di Kamenz è uno dei pionieri nella produzione di batterie in tutto il mondo e, nella sua funzione di centro di competenza, è un progetto per gli impianti nella nostra rete globale di produzione di batterie.

Dopo Kamenz, Bangkok e Pechino, la prossima sede per iniziare presto la produzione di batterie sarà Jawor in Polonia, seguita da impianti nei dintorni di Stoccarda e Tuscaloosa negli Stati Uniti. Ogni nuovo impianto trarrà beneficio dall'esperienza degli altri impianti. La nostra rete di produzione di batterie è ben preparata per il futuro della mobilità ", afferma Jörg Burzer, board Daimler.

Fotogallery: Mercedes, la produzione elettrica