A giugno gli strascichi del Covid continuano ad affossare un mercato che guarda agli incentivi, mentre il settore elettrificato vola

In Italia la pandemia sta progressivamente arretrando, ma lascia strascichi. Anche nel mercato dell’auto, che in Italia è caratterizzato a giugno da un pesante -23%. Le elettriche, però, confermano l’ottimo stato di salute e dopo esser cresciute del 55% a maggio, a giugno bissano con un altrettanto consistente +53,2%.

Nel mese appena terminato, infatti, tra i veicoli a zero emissioni si sono registrate 2.228 nuove immatricolazioni. Così, ad oggi, la quota di mercato della categoria EV arriva a toccare l’1,7% raddoppiando di fatto la presenza nei primi 6 mesi dei 2020. Qui trovi il listino delle auto elettriche che possono accedere agli incentivi fino a 10.000 euro e qui l'elenco delle 10 più economiche.

L’importanza della batteria

A fianco delle elettriche, le uniche altre auto a non sprofondare sono le ibride, che con 17.684 unità chiudono con un ottimo +84,4%. Continua inesorabile la flessione di tutte le altre alimentazioni, con il diesel in discesa libera a -34,8%, la benzina che segue con un -28,6%, il Gpl e il metano che non vanno rispettivamente oltre un -19,5 e un -11,2%.

Tesla Model 3 e Model Y a confronto

Tesla torna in testa

Guardando alla classifica delle elettriche più vendute di giugno in prima posizione c'è la Tesla Model 3, che riconquista la leadership dopo mesi e che si conferma in testa proprio come accadde un anno fa. Qui il listino delle auto elettriche con gli incentivi 2020.

La berlina statunitense si piazza davanti alla Renault Zoe e alla smart fortwo, rispettivamente prima e seconda per volumi di vendita se si guardano i dati complessivi sul primo semestre 2020 (con Tesla Model 3 quarta, dietro alla Volkswagen e-up! saldamente sul gradino più basso del podio).

Tornando alla classifica di giugno, a seguire si trova la Volkswagen e-up! e, dietro, il blocco PSA composto da Peugeot 2008 e 208 e Opel Corsa, rispettivamente quinta, sesta e settima. Chiudono la top ten Nissan Leaf, Hyundai Kona e smart forfour. Questa la classifica definitiva di giugno:

Renault Zoe, cosa c'è da sapere
  • Tesla Model 3: 317
  • Renault Zoe: 314
  • Smart fortwo: 260
  • Volkswagen e-up!: 235
  • Peugeot 2008: 166
  • Peugeot 208: 158
  • Opel Corsa: 136
  • Nissan Leaf: 92
  • Hyundai Kona: 73
  • Smart forfour: 57
smart EQ

Il comparto chiede interventi urgenti

Di fronte ad una situazione che, elettriche a parte, non sembra avere la forza di invertire la tendenza al ribasso, il settore fa fronte comune e si rivolge al Governo affinché intervenga a sostegno dell’automotive.

Il presidente Unrae Michele Crisci, nello specifico, guarda all’estero: “mentre gli altri paesi europei, come Germania, Francia o Spagna i rispettivi governi hanno dato risposte chiare e forti, in Italia il silenzio si fa assordante. Sono necessarie misure verticali per accelerare il rinnovo del parco circolante, a tutto vantaggio dell’economia, dell’ambiente e della sicurezza”.

Dello stesso avviso Paolo Scudieri, presidente Anfia, che chiede interventi urgenti nel breve periodo per contrastare il ribasso semestrale del 35% rispetto a gennaio-giugno 2019 e politiche di medio-lungo termine per salvaguardare la competitività del settore accompagnandolo nella delicata transizione tecnologica che sta attraversando con investimenti produttivi e in ricerca e sviluppo.