Il tema della 19esima edizione è “Emissioni zero, mobilità per tutti”: ecco le attività in programma coordinate dal Minambiente

Inizia oggi la Settimana Europea della Mobilità 2020. L’iniziativa, giunta alla 19esima edizione, vede la partecipazione di migliaia di città e di milioni di cittadini europei e l'organizzazione di numerosissime iniziative a sostegno appunto della mobilità sostenibile.

Quest’anno, dal 16 a 22 settembre, il tema centrale è “Emissioni zero, mobilità per tutti”. Uno slogan che si inserisce nell’ambizioso progetto comunitario che vuole portare l’Europa a diventare carbon neutral entro il 2050, anche grazie alle importanti iniziative per la produzione di batterie (anche in Italia) e per il reperimento delle relative materie prime.

Amministrazioni locali al centro

Sono moltissime le città che hanno aderito all’iniziativa. Provengono anche dal di fuori dell'Europa e hanno voluto manifestare il loro impegno registrando sull'apposito portale tutte le iniziative che hanno messo in cantiere. Al momento in totale sono 2.698 e in Italia sono 70 i Comuni aderenti (qui potete trovare l'elenco e le attività in programma). Nel 2019, anno di record di iscritti, alla fine della settimana le città furono 3.126.

Settimana Europea per la Mobilità Elettrica: al via la 25 edizione

Tra queste, una giuria di esperti sceglierà quelle che hanno messo in campo le iniziative più meritevoli e procederà alla consegna degli European Mobility Week Awards, previsti nelle categorie per municipi con più di 50.000 abitanti e per piccoli centri abitati. Si prenderanno in considerazione le amministrazioni locali che promuoveranno la mobilità elettrica in vari modi:

  • giornate senza auto
  • seminari ed eventi di divulgazione
  • realizzazione di infrastrutture dedicate
  • aggiornamento della propria rete di trasporto pubblico

Il green per il rilancio

Per quanto riguarda in nostro Paese, è il ministero dell'Ambiente a vestire i panni di ente coordinatore e promotore di tutte le iniziative messe in campo da Comuni e associazioni, che potranno sfruttare questi giorni proprio per offrire ai cittadini italiani una vetrina su un nuovo modo di vivere gli spostamenti.

E-mob, tutto sul festival green di Milano

L’obiettivo è duplice: migliorare la qualità della vita, soprattutto nelle città e nelle grandi aree urbane, e ridurre l’impatto sull’ambiente.

Senza dimenticare che la diffusione di comportamenti virtuosi sul tema dell’ecosostenibilità può offrire anche importanti opportunità di crescita economica locale.