Realizzata sulla piattaforma della Porsche Taycan, la sportiva tedesca arriva a primavera anche RS: a partire da 99.800 euro

Si è fatta attendere qualche mese in più del previsto ma finalmente è arrivata. Audi, dopo una serie di release parziali e focus tecnici, ha tolto i veli alla e-tron GT, sportiva quattro porte 100% elettrica che diventa così il secondo modello della gamma e-tron dopo l'omonimo SUV e-tron (che in realtà è proposto anche in variante Sportback).

Gran Turismo di nome e di fatto, si appresta ad essere lanciata sul mercato in primavera in due varianti: la e-tron GT quattro da 522 CV, con prezzo di partenza di 99.800 euro, e la RS e-tron quattro da 580 CV, a partire da 138.200 euro.

Un laboratorio su ruote

Realizzata sulla piattaforma della Porsche Taycan, un'elettrica che ha dimostrato con i fatti le capacità dinamiche, la e-tron GT porta con sé due concetti innovativi per la Casa della Stella.

Si tratta dell’aerodinamica attiva e del sistema che riproduce il sound in base alla modalità selezionata con l’Audi Drive Select. Sono due cose che i tecnici promettono di riproporre anche su altri modelli elettrici della Casa, reinterpretate e "corrette" in base alle specifiche esigenze.

Fotogallery: Audi e-tron GT quattro

Dimensioni importanti

Vista la parentela con la Taycan, la e-tron GT non poteva non nascere sulla piattaforma J1, una soluzione che ha portato le due vetture a condividere anche buona parte del powertrain e della meccanica. Cambia l'indole, meno esasperata, mentre restano invariate le dimensioni, con una lunghezza che sfiora i 5 metri e una larghezza di quasi 2.

L'auto della Casa dei Quattro Anelli, però, ha una sua linea di produzione. È realizzata in Germania con metodi artigianali nel rinnovato stabilimento a zero impatto ambientale di Böllinger Höfe, lo stesso dove nasce un'altra sportiva targata Ingostadt: la R8

Lunghezza 4,99 metri
Larghezza 1,96 metri
Altezza 1,41 metri
Passo 2,9 metri
Peso 2.300 kg

Quattro ruote sterzanti

Le performance dinamiche della vettura sono garantite non solo da una straordinaria gestione della potenza scaricata a terra dalla trazione integrale, ma anche da sospensioni a doppio braccio oscillante per ogni singola ruota e dal differenziale autobloccante di serie sull’asse posteriore.

La variante RS è equipaggiata inoltre con sospensioni pneumatiche e, a richiesta, anche delle quattro ruote sterzanti, con quelle posteriori che ruotano fino ad un massimo di 2,8°.

Audi RS E-Tron GT

Cattiva, con classe

Esteticamente, l'auto si presenta come una via di mezzo tra una coupé e una berlina: della prima riprende la coda sfuggente e il lunotto inclinatissimo, della seconda le porte posteriori.

L'aggressività è sottolineata dai dettagli: dalla calandra single frame capovolta, dai passaruota molto sporgenti, da un diffusore sporgente nella parte posteriore e da generosi cerchi in lega con misure che vanno da 19" a 21" (il cui disegno, tra l'altro, è frutto di una specifica ricerca sull'aerodinamica). L'auto può essere dotata anche di impianto frenante con dischi carboceramici che all'anteriore arrivano a 420 mm di diametro.

Interni hi-tech

Gli interni della e-tron GT riprendono l'impostazione tipica di una vettura sportiva, con sedute basse e strumentazione driver oriented. Guardando dentro l'abitacolo si notano il grande tunnel centrale che divide i sedili anteriori e il bel volante sportivo con parte inferiore della corona piatta.  

Audi RS e-tron GT

Dietro al volante (chiaramente multifunzione) trova posto il classico Virtual Cockcpit da 12,3 pollici mentre nella zona centrale, incastonato nella plancia di materiale morbido, spicca lo schermo MMI Touch da 10"1. Il sistema di ultima generazione MIB 3 include i comandi vocali, la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto, la navigazione con Google Earth e il sistema di interfaccia e comunicazione Car-to-X con Amazon Alexa.

Si parte da 476 CV

Le prestazioni della e-tron GT sono da prima della classe. L'auto, che come detto sarà inizialmente disponibile nelle varianti quattro e RS, ha in entrambi i casi due motori elettrici sincroni a magneti permanenti disposti uno per asse.

La e-tron GT quattro può contare su una potenza complessiva di 476 CV, che con boost arriva a 530 CV e su una coppia massima di 630 Nm. La versione RS raggiunge rispettivamente i 598 CV (646 CV con boost) e 830 Nm.

Come sulla Taycan, la potenza del motore elettrico posteriore, inoltre, viene scaricata a terra attraverso una trasmissione a due velocità. Il rapporto più corto viene utilizzato solo nelle fasi di accelerazione massima. Questa soluzione permette alla quattro di scattare da 0 a 100 in 4"1, alla GT di toccare i 100 all'ora con partenza da fermo in 3"3. Simili le velocità massime, rispettivamente di 245 e 250 km/h.

  Audi e-tron GT quattro Audi e-tron GT RS
Potenza max. 476 CV (530 CV con boost) 598 CV (646 con boost)
Coppia max. 630 Nm 830 Nm
0-100 km/h 4"1 3"3
Velocità max 245 km/h 250 km/h

Fotogallery: Audi RS e-tron GT

Si ricarica a 270 kW

Ad alimentare il powertrain della e-tron GT ci pensa una batteria agli ioni di litio da 93 kWh, di cui 86 kWh netti, composta da 33 moduli, ognuno dei quali contiene 12 celle. La disposizione dei moduli posti sotto il pianale (30 sono tra i due assi, molto in basso, 3 sono sotto i sedili posteriori), consente di avere un baricentro basso e una distribuzione dei pesi vicina al 50:50.

La batteria ha architettura a 800 V che permette di avere potenza disponibile immediata e tempi di ricarica inferiori. L'Audi e-tron GT, infatti, può essere ricaricata con potenze da 11 kW in corrente alternata AC e fino a 270 kW in corrente continua DC. In questo caso si raggiunge l’80% della carica in appena 23 minuti. L’autonomia dichiarata secondo il ciclo WLTP è di 488 km per la e-tron GT quattro e di 472 km per la RS e-tron GT.

  Audi e-tron GT quattro Audi e-tron GT RS
Batteria 93 kWh (86 kWh netti) 93 kWh (86 kWh netti)
Architettura 800 Volt 800 Volt
Ricarica AC 11 kW 11 kW
Ricarica DC 270 kW 270 kW
Autonomia WLTP 488 km 472 km
Prezzo da 99.800 euro da 138.200 euro
Audi e-tron GT quattro

Uno dei lavori più importanti fatti dai tecnici Audi è stato quello di sviluppare un sistema di gestione della temperatura della batteria che risulta ottimale tra i 30 e i 35° C. Proprio per questo motivo sono stati implementati 4 diversi circuiti di raffreddamento che, in base alle condizioni di utilizzo, possono lavorare in contemporanea.

Cx di 0,24

Se la ricerca di un design che possa garantire un successo estetico e allo stesso tempo aerodinamico non è più una novità, la e-tron GT nasce per la Casa di Ingolstadt come modello apripista di numerose soluzioni all’avanguardia. L'auto è dotata di appendici mobili che si chiudono quando è necessario migliorare la penetrazione dell'aria e permettono di raggiungere un Cx di appena 0,24.

Audi RS e-tron GT
Audi RS e-tron GT

Nella parte anteriore sotto i sottili gruppi ottici, disponibili anche con tecnologia Laser Light, si trovano ad esempio due prese d’aria dotate di flap mobili che quando si guida in maniera sportiva si aprono per migliorare il raffreddamento del pacco batterie e dell’impianto frenante. Nella parte posteriore, invece, trova posto lo spoiler attivo che, in base al tipo di guida, si regola elettricamente in due posizioni per garantire maggiore stabilità alle alte velocità.

Audi RS e-tron GT

Una questione di rombo

L’altra grande novità che fa la sua comparsa a bordo della sportiva di Ingolstadt è il sistema che genera un sound specifico in base al tipo di modalità di guida selezionato dall’Audi Drive Select.

In modalità efficiency rimane attivo solo l’AVAS (il sistema di allerta di presenza macchina elettrica che viene emesso a basse velocità), mentre con la modalità dynamic il sound diventa aggressivo e viene riprodotto anche all’interno della vettura.