Il boss di Tesla in Cina, Tom Zhu, conferma l'arrivo del modello: progettato e prodotto a Shanghai, sarà venduto in tutto il mondo

Questa è una notizia bomba: a quanto pare la Tesla da 20.000 euro sarà presentata entro l’anno, sarà prodotta in Cina e sarà venduta in tutto il mondo.

Va bene, direte voi, sulla baby-Tesla - o Tesla Model 2 che dir si voglia - se ne sentono di tutti i colori. “Arriva nel 2022”, “Non sarà pronta prima di 4 anni”, “Sarà venduta solo Cina” e così via. Difficile capire quali siano i reali piani della Casa di Palo Alto. A meno che a svelarli non sia come in questo caso Tom Zhu, che è il presidente di Tesla Cina. Insomma, qualcosa di ben più solido delle voci di corridoio.

Progetto cinese

Zhu, in un’intervista con il media cinese Xinhua Net, ha raccontato la storia della Gigafactory Shangai, spiegando come i modelli prodotti in Cina della Model 3 e della Model Y siano in realtà abbastanza diversi da quelli realizzati a Fremont, cambiando in alcuni dettagli ma anche per tutta la rete di fornitori, che è sempre più indipendente e sempre più legata ad aziende cinesi.

Tesla model 2 Rendering

Poi ha spiegato che l’obiettivo di Tesla Cina è quello di arrivare a progettare e produrre un modello in modo del tutto autonomo, sfruttando le competenze del centro ricerca e progettazione che è stato costruito sempre a Shangai, vicino alla Gigafactory. Fino a qui, tutto già noto. Però...

Venduta ovunque

Zhu si è spinto oltre, spiegando anche che il modello potrebbe iniziare i test su strada già nel 2021. Entro l’anno si potrebbe già anche avviare la produzione, visto che la Model 2 dovrebbe nascere sulla stessa piattaforma della Model 3, con enormi vantaggi in termini di condivisione delle componenti e metodi produttivi. Molto simile dentro, avrà una forma diversa, probabilmente da hatchback, come dimostra il rendering realizzato dai ben informati colleghi di InsideEVs USA.

 

Zhu, infine, ha confermato che il modello entry level della Casa di Palo Alto sarà venduto anche al di fuori della Cina e che “ovunque sarà venduto, sarà il modello Tesla meno costoso a listino”. Ora resta da capire soltanto se la Model 2 sarà prodotta in futuro anche in altre Gigafactory, tipo quella di Berlino, o se sarà un modello “esclusivo” della Gigafactory di Shangai.

Musk, infatti, in passato ha parlato addirittura di due modelli d'attacco, uno per la Cina e uno per l'Europa, che però, a questo punto, potrebbe essere presentato più avanti. In ogni caso, una nuova Tesla sta arrivando.