Qualche giorno fa MG ha mostrato le prime immagini che lasciavano intravedere le linee di una spider ad alte prestazioni svelandone anche il nome: Cyberster. Ora la Casa inglese, che sta vivendo una sorta di seconda giovinezza elettrica grazie all’iniezione cinese di capitali di SAIC, che ne ha acquistato il brand, svela l’aspetto definitivo della concept che sarà mostrata al Salone di Shangai in programma a fine mese.

Nata nel design center di Londra, la Cyberster si ispira a certe spider che la Casa ha prodotto negli Anni ’60, in particolare alla MGB Roadster ma ne reinterpreta forma ed elementi di stile in modo moderno, per proiettare il marchio verso il futuro e per sottolineare la presenza di un powertrain a zero emissioni.

Prove di futuro

Carl Gotham, direttore del centro stile SAIC con sede in Inghilterra, ha dichiarato: “La Cyberster è un’auto a cui teniamo molto perché anello di congiunzione tra il nostro passato e il nostro futuro. Non solo: è un modello sul quale stiamo costruendo il nostro futuro sia in termini di design sia in termini di tecnologia”.

Tra gli elementi che più sottolineano il legame con le spider del passato ci sono i fari anteriori circolari, che sulla Cyberster sono appena accennati da un anello luminoso tagliato a metà da una seconda luce piazzata in obliquo. Al posto delle tradizionali cromature, la nuova concept mostra inoltre una firma luminosa che attraversa il frontale in tutta la larghezza.

MG Cyberster concept

Sguardo verso Tesla

Per quanto riguarda la meccanica, l’elettrica due posti adotta una batteria che le permette di raggiungere gli 800 km di autonomia ed è spinta da un motore elettrico di cui non si conosce la potenza precisa ma che promette accelerazioni fulminee, con uno 0-100 in meno di 3 secondi. Non proprio quanto una Tesla Roadster in termini di scatto, ma poco ci manca.

  • Autonomia: 800 km
  • 0-100: <3”0

Prestazioni a parte, la Cyberster ha un significato strategico per MG. La Casa, infatti, dopo anni di silenzio, è tornata in vita in via ufficiale nel 2018, inizialmente solo in Cina. Poco tempo fa ha annunciato il ritorno anche in Europa, con una gamma di SUV elettrici. Con questa spider, però, sembra voler proseguire nel cammino che potrebbe riportarla ai fasti di un tempo.