La vettura a tre ruote alimentata a pannelli fotovoltaici testa prestazioni, stabilità ed elettronica di gestione di motori e batteria

La Aptera inizia i test su strada: lo racconta lo stesso Chris Anthony, il Ceo della startup che produce la vettura elettrica a pannelli solari, che si è reso protagonista di in un video in cui ha fatto il punto della situazione sullo sviluppo della vettura che, di recente, ha superato i 10.000 ordini.

L’obiettivo dei test, che si sono svolti presso il centro Verona Drag Strips (che nulla ha a che fare con l’Italia), è stato quello di verificare la dinamica del veicolo in condizioni limite: in piena accelerazione, nelle brusche frenate e anche nella prova dell’alce, con cambio di corsia e scarto dell’ostacolo.

Dai prototipi alla preproduzione

Anthony si è detto soddisfatto delle informazioni raccolte, oltre che del fatto che l’assetto della vettura, che ha sole tre ruote, sembra già a punto e non richiede ulteriori grossi interventi. Grazie anche a questa sessione di test, svolti su un prototipo, la Aptera si appresta ora a raggiungere la fase della preproduzione, che inizierà a breve.

Nel video si vede l’auto cimentarsi anche in una drag race con una Chevrolet Bolt, ma la gara di accelerazione non è completa. Anthony specifica che per quanto si sia testata anche l’accelerazione, non è ancora giunto il momento di valutare le prestazioni dell’auto.

Si lavora su motore e batteria

Le prove sono servite invece anche a mettere a punto la gestione dei motori, che sono realizzati dalla statunitense Elaphe, e l’elettronica della batteria, due aspetti che saranno cruciali sia per il comportamento su strada della vettura sia sull’autonomia e l’efficienza.

A questo proposito, pare che la Aptera utilizzata nei test non abbia ancora la batteria che sarà montata sugli esemplari di serie, che sarà sviluppata internamente, ma si affidi ancora a un accumulatore diverso.

Fotogallery: Aptera