L’Europa risponde alla Cina. Almeno, lo fa sul tema delle nuove frontiere della ricarica ultra-fast. Se all’ombra della Grande Muraglia GAC ha presentato una colonnina da 480 kW che combinata con le sue nuove batterie al grafene consente una ricarica in 8 minuti, la spagnola Wallbox risponde con una colonnina che non tocca vette altrettanto elevate, ma che promette prestazioni al vertice, almeno per quanto riguarda il panorama europeo.

Si tratta della Hypernova, è il prodotto di punta della società, e arriva ad erogare 350 kW, esattamente come le infrastrutture di Ionity, Enel X e pochi altri. 

Raffreddamento a liquido

La colonnina Hypernova, che sarà presentata ufficialmente al pubblico durante il Salone di Monaco, arriverà ufficialmente in commercio a inizio 2023. Sarà dotata di connettori CCS, raffreddamento a liquido e un sistema di riavvolgimento automatico dei cavi che li proteggerà maggiormente da danni accidentali e usura.

Inoltre sarà un prodotto di vertice anche per facilità di installazione e di utilizzo (anche se probabilmente non è ai livelli delle stazioni prefabbricate dei Tesla Supercharger). In particolare, sarà dotata di un’interfaccia molto intuitiva per avviare le operazioni di ricarica e per i pagamenti che è in grado di leggere codici QR, carte di credito e transazioni contactless RFID.

“Siamo davvero molto contenti di questa colonnina – ha detto Enric Asunción, ceo e cofounder di Wallbox – la Hypernova non è solo veloce, ma è anche versatile e affidabile. È dotata anche di un software che permette di ottimizzare l’erogazione di energia nel caso ci sia più di un veicolo attaccato e massimizzare la velocità di ricarica”.

external_image

Una scelta più ampia

A fianco della colonnina di punta Hypernova, Wallbox offre una gamma completa di prodotti. Tra cui anche la Supernova, colonnina che arriva fino a 65 kW e che promette di poter essere messa in funzione con un investimento dimezzato rispetto a prodotti equivalenti attualmente in commercio.

La Wallbox Supernova, anch’essa visibile al Salone di Monaco, entrerà in produzione entro la fine dell’anno e sarà venduta nel 2022.