Henrik Fisker ha pubblicato un tweet in cui mostra il primo teaser della sua nuova vettura. Si tratta di una supercar elettrica in fase di sviluppo che si appresta a svolgere i primi test su aerodinamica e deportanza. Fisker, stranamente, ha cancellato il tweet dopo pochi minuti ma un giornalista di Motor1.com è riuscito a farne uno screenshot prima che “scomparisse”.

Fisker, nel post, oltre a un’immagine in cui si intuiscono le forme dell’auto, ha scritto che la sua vettura elettrica arriverà in un segmento di mercato che attualmente non esiste ancora.

Muscle car con tetto apribile

Il messaggio divulgato sui social recitava più o meno così: “Il progetto è ancora top secret, ma sono emozionato dalla nostra riunione tecnica. I primi test aerodinamici e sulla deportanza della nostra supercar elettrica sono stati entusiasmanti. L’auto appartiene a una categoria che non esiste ancora. Solo per appassionati!”.

"Curioso" il fatto che lo stesso autore annunci alla fine del tweet la volontà di cancellarlo dopo poco tempo. Ma veniamo all’auto. Dall’immagine pubblicata, che sembra un render realizzato in digitale, si nota una vistosa nuvola che dovrebbe rappresentare le turbolenze aerodinamiche generate del corpo vettura.

Da quel che si intuisce, l’auto ha le fattezze di una muscle car, con un muso abbastanza arrotondato e un posteriore più massiccio, con portellone piatto impreziosito da una generosa luce di stop a sviluppo orizzontale. A quanto pare l’auto è dotata di tetto a contrasto, che fa presumere a una capote pieghevole o comunque smontabile.

Fisker prende in giro il tweet della supercar elettrica

I modelli per la rinascita

Difficile, almeno per il momento, immaginare che l’auto possa addirittura inventare una nuova categoria di vetture, anche guardando all’attuale panorama di modelli a zero emissioni. Oltretutto che, anche dal punto di vista delle tecnologie, è difficile che possa avvalersi di batterie allo stato solido. Nell’attesa di saperne di più, ricordiamo che Fisker è in procinto di mandare in produzione il SUV Ocean e che sta lavorando anche al pick-up Alaska, di cui ha reso noti alcuni disegni.

Questa nuova supercar, che rispetto alle altre due vetture appena citate punterà a un pubblico più ristretto, sembra più in linea con le passate esperienze lavorative di Fisker, che ha vissuto un periodo in Aston Martin nei primi anni 2000 (quando arrivarono la DB9 e la V8 Vantage).