Tata Motors ha appena presentato la Nexon EV Max, SUV elettrico compatto dedicato al mercato indiano che arriva come versione evoluta della già nota Nexon EV. Rispetto a questa, la “Max” adotta una batteria più grande, un motore più potente e una serie di migliorie a livello estetico e di dotazione.

La Tata Nexon EV Max, che ha una lunghezza di 3,99 metri, si propone a listino in due allestimenti XZ+ e XZ+ Lux, entrambi disponibili con due diverse opzioni per la ricarica. Si potrà scegliere infatti tra quella base, con caricatore di bordo da 3,3 kW, o quella con caricatore potenziato da 7,2 kW.

Fino a 437 km di autonomia

La Tata Nexon EV Max, come detto, adotta un pacco batteria più grande della Nexon EV. Arriva a 40,5 kWh di capacità laddove quello della Nexon EV si ferma a 30,2 kWh. Per questo motivo l’auto ha un peso maggiore di 100 kg e una minore altezza da terra. Però, potendo contare su una capacità aumentata del 30%, porta anche l’autonomia da 312 a 437 km.

La nuova batteria, per una ricarica completa, impiega circa 16 ore se si usa il caricatore da 3,3 kW, mentre ne necessita solo 6 se si opta per quello più potente da 7,2 kWh. Peccato che non sia compatibile con una ricarica a corrente continua, che consentirebbe di ricevere un pieno di elettroni in molto meno tempo.

La batteria della Tata Rexton EV Max

Più scattante e più curata

La Tata Nexon EV Max migliora anche sotto il profilo delle prestazioni. L’auto ha ricevuto un nuovo motore elettrico che grazie a una potenza massima di 143 CV e una coppia di 250 Nm (sulla Nexon EV erano 129 CV e 245 Nm) consente di scattare da 0 a 100 in meno di 9”.

  • Batteria: 40,5 kWh
  • Ricarica: 3,3 o 7,2 kW in AC
  • Autonomia: 437 km
  • Potenza max: 143 CV
  • Coppia max: 250 Nm
  • 0-100 km/h: 8"9

Il SUV Tata cambia anche dentro. Salendo a bordo si scopre un abitacolo più curato che include la leva del cambio illuminata, il freno di stazionamento elettronico con funzione autohold per l’assistenza alla partenza in salita, il controllo elettronico della velocità in discesa, la ricarica a induzione per cellulari, sedili riscaldati e rinfrescati e programmi specifici di guida (Eco, City e Sport).

Sul SUV indiano arriva poi una nuova frenata rigenerativa che può essere tarata su tre diversi livelli, con l’ultimo che offre una modalità di guida one-pedal.