Gli inglesi, si sa, sono famosi per le spider due posti. Ma questa è una “scoperta” molto particolare. Diciamo un’auto pensata per gli automobilisti di domani. Naturalmente… elettrici.

L’azienda Young Driver Motor Cars, che come si intuisce dal nome realizza auto per bambini, ha presentato una vettura speciale, la Firefly Sports a metà tra un giocattolo e un’auto vera ed è stata pensata proprio per insegnare ai più piccoli le caratteristiche di un modello alimentato a batteria, oltre che le regole inerenti la sicurezza e la guida di un veicolo.

La Firefly Sports ha una lunghezza di 2,1 metri (mezzo metro meno di una smart EQ fortwo) e, come detto, ha due posti. Può essere guidata da bambini con età compresa tra i 4 e i 10 anni. L’azienda fa sapere però che presto affiancherà a questa anche una seconda versione più grande, dedicata a un pubblico un pochino più “maturo”.

La Firefly Sport elettrica

Telaio in alluminio e sospensioni indipendenti

Per questa vettura la Young Driver Motor Cars ha fatto le cose in grande. Per lo stile si è rivolta alla Puremedium, società che opera nel settore della progettazione e prototipazione delle auto, e ha puntato su un look aggressivo, con cofano bombato, passaruota sporgenti e fari (naturalmente a Led) molto affilati.

Seduti al posto guida (a patto che riusciate ad accomodarvi) potrete trovare un tachimetro, un orologio, i vari interruttori per fanaleria e frecce e l’indicatore dell’autonomia residua. C’è anche la telecamera di retromarcia, per quanto la visibilità posteriore sembri buona.

La Firefly Sport elettrica

L’auto ha telaio in alluminio, sospensioni indipendenti, sterzo a pignone e cremagliera e per progettarla sono stati coinvolti degli ingegneri veri, tra cui tal Steve Rawson, che ha avuto un passato in Aston Martin, e Ian Pogson, da 7 anni in Jaguar Land Rover.

Fila a 40 km/h

Pogson ha firmato il powertrain di questa Firefly Sports, che comprende 2 motori elettrici da 24 Volt alimentati da 2 batterie ricaricabili da 12 Volt. L’auto può essere configurata secondo diverse tarature. Per i più piccoli si può optare per quella che non consente di superare gli 11 km/h ma, se si ha tanto spazio e (magari) un casco, si può liberare tutto il potenziale di questo micro-bolide e farlo volare a 40 km/h.

La Firefly Sport elettrica

Per motivi di sicurezza, gli adulti che si diletteranno a veder scorrazzare i pargoli al volante di questa mini supercar a batteria, potranno staccare l’alimentazione a distanza. L’auto, sempre per una questione di sicurezza, ha un sensore che la ferma in automatico quando si avvicina pericolosamente a un ostacolo (come fanno le auto vere dotate di certi Adas, insomma).

L’auto sarà utilizzata in diverse manifestazioni e permetterà ai bambini di compiere delle sessioni di prova al prezzo di 20 sterline per 15 minuti. Ma sarà anche messa regolarmente in vendita per chi desidererà acquistarne una. Il prezzo, purtroppo, è ancora top secret.

Fotogallery: Foto - Young Driver Motor Cars Firefly Sport