Dall’altra parte dell’Atlantico non ci sono solo gli USA a spingere per consolidare il proprio comparto industriale sull’auto elettrica. Anche il Canada sta mettendo in campo numerose iniziative. Una di queste riguarda Volkswagen, che proprio in Canada vorrebbe costruire la sua prima Gigafactory americana.

Una fonte contattata dalla Reuters avrebbe confermato che la sussidiaria dedicata alla produzione di batterie del gruppo, la PowerCo, ha già iniziato la ricerca della location ideale per la prima fabbrica nordamericana nonché la prima al di fuori dai confini europei.

Un memorandum “allargato”

L’iniziativa della fabbrica delle batterie canadese sarebbe addirittura stata inserita all’interno del memorandum d’intesa firmato dal governo locale e Volkswagen per avviare una collaborazione sull’approvvigionamento di materie prime per la produzione di celle come cobalto, nichel e litio, di cui il Paese è ricco.

Thomas Schmall, membro del consiglio di amministrazione di Volkswagen e responsabile per tutto il comparto tecnologico, ha detto che PowerCo sta per attraversare l’Atlantico, essendo le condizioni nordamericane molto allettanti.

Foto - La gigafactory Volkswagen per batterie a Salzgitter

Produzione di batterie nella fabbrica Volkswagen a Salzgitter

Come il Canada si riorganizza

Quella di Volkswagen sarebbe solo una della dozzina di Gigafactory che il Canada ha intenzione di accogliere sul proprio territorio. L’annuncio di questo deciso cambio di rotta è stato dato da Francois-Philippe Champagne – ministro dell’Innovazione, della Scienza e dell’Industria – a ottobre.

L’idea è quella di trasformare il Canada in un fornitore di prima scelta di batterie per veicoli elettrici e di lavorare per attrarre numerosi fornitori stranieri. Anche perché Champagne ha affermato che si devono mettere in conto circa 3,7 miliardi di euro in media per ogni nuova Gigafactory.

In tutto questo, c’è da ricordare che meno di un mese fa Ottawa ha ordinato a tre società cinesi che operano nel settore minerario di abbandonare gli investimenti nel Paese perché “minacciano la sicurezza nazionale”.

 

Fotogallery: Foto - La gigafactory Volkswagen per batterie a Salzgitter