Hyundai e Kia hanno tenuto a Seoul un interessante “Uni Wheel Tech Day” durante il quale hanno presentato un’inedita tecnologia chiamata appunto… Uni Wheel. In sintesi, il gruppo coreano ha sviluppato un sistema che sposta tutti i principali componenti legati alla trasmissione all’interno del mozzo ruota.

Questa soluzione, che non perde efficienza rispetto a uno schema tradizionale, consente di liberare spazio a livello del corpo vettura, dando ai progettisti e ai designer maggiore libertà nella definizione dei nuovi modelli.

Tutto nel mozzo

Con l’arrivo delle auto elettriche, delle batterie e dei motori elettrici, i powertrain hanno subito modifiche enormi rispetto ai tempi in cui le vetture erano solo endotermiche. Ma c’è una componente, quella che porta la trasmissione del moto dai motori alle ruote, che fino a oggi è rimasta praticamente invariata, sia che si fosse davanti a una vettura a zero emissioni, sia che si fosse davanti a una vettura a benzina. La soluzione tecnica è sempre quella: albero di trasmissione e giunti omocinetici.

Ora Hyundai, con la tecnologia Uni Wheel, piazza una serie di ingranaggi planetari vincolati all’interno del mozzo ruota. Il sistema, nello specifico, adotta un ingranaggio centrale e quattro pignoni circondati da una corona dentata. Ma perché tutto questo?

Una maggiore libertà progettuale

La potenza generata dal motore viene trasmessa all'ingranaggio centrale, che a sua volta innesta i pignoni per avviare la rotazione della corona dentata, che è collegata alla ruota. I pignoni del sistema Uni Wheel sono collegati tra loro per formare due collegamenti e questo meccanismo multi-link consente al movimento multiasse di Uni Wheel un maggiore libertà anche nella progettazione delle articolazioni delle sospensioni.

Perché, così facendo, si possono spostare i motori molto vicini alle ruote (con un albero di trasmissione è necessario avere delle lunghezze minime che consentono il corretto funzionamento degli organi meccanici) senza aumentare i pesi non sospesi, come nel caso dei motori montati direttamente all’interno delle ruote.