Ansia da autonomia: uno dei nemici peggiori dell'auto elettrica e degli automobilisti a zero emissioni, insieme ai prezzi d'acquisto più alti e alla scarsa diffusione delle colonnine.

Ma se costi e ricarica sono problemi che non dipendono da chi si mette al volante, l'ansia da autonomia può invece essere curata andando proprio in concessionaria e mettendo le mani sul volante di una full electric.

La paura di ciò che non si conosce

Secondo infatti un'indagine di Recurrent Auto, che dispone dei dati di circa 17.000 veicoli elettrici negli Stati Uniti grazie agli utenti collegati ai suoi server, l'ansia da autonomia raggiunge il picco per le persone che si trovano a circa 1-2 anni dall'acquisto della loro prima auto a batteria.

Studio sull'ansia da autonomia con l'auto elettrica

Ansia da autonomia: come cambia nel tempo

Studio sull'ansia da autonomia con l'auto elettrica

Ansia da autonomia: come cambia in base al percorso

Tuttavia, dopo un uso regolare della vettura, l'ansia da autonomia diminuisce costantemente e tende a scomparire, anche se non per tutti. Stando al sondaggio, il 78% dei proprietari di auto elettriche riferisce che si riduce quanto più a lungo si guida e si conosce il veicolo. I numeri dimostrano anche che il 76% degli automobilisti interessati a comprare un'auto elettrica si preoccupa dell'autonomia, mentre quasi il 59% dei proprietari attuali non ha più alcun problema.

C'è però da dire che (come prevedibile) chi fa viaggi lunghi ha un'ansia da autonomia maggiore di chi fa viaggi brevi.

Prezzi e ricarica: i "complici" dell'autonomia

Un altro studio pubblicato da S&P Global Mobility ha rilevato che l'ansia da autonomia è la terza preoccupazione più grande fra i curiosio dell'auto elettrica, subito dopo prezzi e ricarica.