Goodwood Festival of Speed: un nome una garanzia. E in tempo di elettrificazione, anche le auto a zero emissioni saranno presenti per dare l’assalto alla famosa salita inglese.

Accade già da qualche anno a dire il vero: numerose sono state le vetture (prototipi come modelli di serie) che si sono presentati al tradizionale appuntamento estivo organizzato dal duca di Richmond.

Tra queste ricordiamo la McMurtry Sperling, che nel 2022 ha realizzato il record assoluto fermando i cronometri a 39”081 millesimi o la Nissan Leaf che nel 2012 è stata la più veloce di sempre completando il tracciato in 1’37”… a retromarcia. Ma torniamo ai giorni nostri.

Jauguar arriva con la Formula E GEN3

Tra i brand che in un certo senso giocano in Casa c’è Jaguar. Quest’anno la Casa britannica porterà a Goodwood la sua monoposto da Formula E GEN3. Sarà l’occasione per mostrare i progressi compiuti da queste vetture da corsa nel corso degli anni.

Jaguar porta a Goodwood la nuova monoposto GEN3

L’auto, gestita dal team Jaguar TCS Racing, affronterà la salita alle ore 9:20 di sabato 13 luglio condotta da Karun Chandhok, ex pilota di rango e ora popolare commentatore televisivo. La monoposto sfrutterà tutti i suoi 476 CV e la trazione integrale per impressionare i tanti appassionati assiepati lungo la strada. Ci riuscirà di certo, considerando che è in grado di scattare da 0 a 100 in soli 1,82 secondi.

La Polestar più potente di sempre

Jaguar sarà in buona compagnia. A Goodwood Polestar porterà per esempio l’auto più potente della storia del brand. Si chiama Concept BST e ha le forme di una coupé sportiva da competizione.

La Polestar Concept BST

La Casa non ha dichiarato ancora i dati tecnici ma ha fatto sapere che è la prima vettura a utilizzare la nuova piattaforma PPA (Polestar Perfermance Architecture) che farà da base anche alla Polestar 6. Parlando di potenza, si pensa che la Polestar Concept BST possa arrivare a valori dell’ordine dei 1.000 CV.

Tante elettriche in mostra

Tra le altre sportive presenti a Goodwood ci sarà poi l’Alfa Romeo 33 Stradale (probabilmente in variante termica, ma disponibile anche a zero emissioni, nascendo sulla base della Maserati MC20). Ci saranno poi la Lotus Evija X, versione da sparo della già estrema hypercar targata Hethel e la Yangwang U9, supercar elettrica Made in China che orbita nell’universo BYD.

A Goodwood si vedranno poi la Alfa Romeo Junior Veloce, la MINI John Cooper Works a zero emissioni e la Alpine A290, versione da sparo della tanto attesa Renault 5 a batteria. Da MG arriva anche la versione coupé della Cyberster. Ha le stesse linee della spider ma tetto rigido. Per ora sotto forma di prototipo, potrebbe arrivare sul mercato nel corso del prossimo anno.