Attesa da mesi, dopo una serie di peripezie legate ai ritardi dell'apertura della Gigafactory Berlino la Tesla Model Y è arrivata finalmente in Europa. Modello chiave per la Casa di Elon Musk, inizia a farsi conoscere dagli automobilisti del Vecchio Continente che si trovano ora un'alternativa (un po' più costosa) all'apprezzatissima Model 3, della quale rappresenta una sorta di variante con carrozzeria SUV.

Riuscirà a bissare il successo della berlina? Difficile dirlo oggi, anche se forme e proporzioni fanno scommette su grandi numeri. Nell'attesa di capire come andrà, conosciamola meglio con questo Perché comprarla elettrica e perché no.

Clicca per leggere
Esterni ed Interni | Architettura, batteria e autonomia | Ricarica| Guida | Prezzi

Pregi e Difetti

Ci Piace Non Ci Piace
+ Rapporto prestazioni / efficienza  - Comfort con cerchi da 20” 
+ Rapporto prezzo / equipaggiamento - Climatizzatore rumoroso
+ Ricarica: rapida, consistente, supercharger - Visibilità posteriore
+ Software da riferimento  
   

Verdetto

8.8 / 10

Esterni ed interni

Esteticamente la Model Y sposa in pieno il linguaggio stilistico di tutte le Tesla in produzione. Soprattutto con la Model 3, dalla quale deriva direttamente. Ha muso affusolato, linee filanti e un corpo vettura con coda "a goccia". Le superfici sono estremamente levigate, frutto di una ricerca aerodinamica che traspare da ogni dettaglio, dallo spoiler posteriore a filo del bagagliaio allo scivolo estrattore sotto il paraurti inferiore. Le dimensioni sono importanti, con una lunghezza di 4,75 metri e un passo di 2,89 metri. 

Tesla Model Y

Dentro le somiglianza con la Model 3 è ancora più evidente. Minimalista, con plancia sottile e un grande touchscreen da 15" al centro. Ci sono accortezze come lo spessore dei rivestimenti in moquette nelle tasche laterali o la cura nell’accoppiamento di materiali diversi sul pannello porta; mentre in altri aspetti la cura costruttiva non è di pari livello rispetto a quella della concorrenza tedesca e non solo. Un esempio: in movimento gli interni generano qualche rumore di troppo e il climatizzatore è più rumoroso del dovuto, anche impostando la velocità minima della ventola.

Parlando di abitabilità, dietro si entra facilmente grazie all’altezza da terra maggiorata rispetto a una berlina. C’è davvero tanto spazio per le gambe, piedi e testa, perché si sfrutta al massimo il vantaggio tipico delle auto nate al 100% elettriche del pavimento piatto, che migliora la vita a bordo dell’eventuale quinto passeggero. Al centro c’è un tunnel tradizionale con le bocchette del clima dedicate e le prese USB. Il grande tetto panoramico fisso, infine, è di serie, come su tutte le Tesla.

Tesla Model Y

Le misure

Fuori

Lunghezza

4,75 metri

Larghezza

1,92 metri

Altezza

1,62 metri

Peso

2.003 kg (massa a vuoto)

Dentro

Bagagliaio

600 - 854 Litri / 117 litri anteriore

Architettura, batteria e autonomia

Nata sulla classica piattaforma skateboard della Model 3, ma costruita con metodi innovativi, con scocca realizzata in un unico stampo per tutta la parte posteriore, la Model Y ha una batteria agli ioni di litio da 75 kWh di capacità. La versione Long range Dual Motor promette 507 km di percorrenza dichiarata con un pieno di energia grazie all'elevata efficienza generale del powertrain.

Durante la nostra prova abbiamo rilevato 474 km di autonomia nell'uso cittadino, 431 km nell'uso extraurbano e 314 km se si affronta l'autostrada. In media, la Model Y è arrivata a 394 km su percorso misto. 

Tesla Model Y

Ricarica

Uno dei punti di forza di Tesla è, da sempre, la rete Supercharger. La Model Y, che può sfruttare l'infrastruttura della Casa, arriva a ricaricare fino a 250 kW. Questo significa che per passare dal 20% all'80% di ricarica sono necessari solo 15 minuti. 

Prendendo in considerazione gli standard che vengono utilizzati nei nostri "Perché comprarla elettrica", la Model Y guadagna 24 km di autonomia all'ora se attaccata a una Wallbox da 4,5 kW di potenza, mentre con una colonnina in corrente alternata da 11 kW arriva a 59 km di autonomia ogni ora. In corrente continua, a 50 kW, i km che guadagna con una sosta di 60 minuti sono infine 270.  

Tesla Model Y

Come va

Guidando la Model Y ci si accorge per la prima volta delle reali dimensioni di questo SUV a zero emissioni, soprattutto perché l'angolo di sterzo è abbastanza limitato e la visibilità non è ottimale: muoversi nello stretto può diventare un po' complicato. Stesso discorso in manovra, visto che le prime volte è necessario prendere bene le misure.  

Per quanto riguarda il comfort di marcia, le sospensioni (a quadrilatero davanti e mutilino posteriori) hanno un’escursione piacevolmente lunga e uno smorzamento solido degli ammortizzatori, che non sono regolabili elettronicamente. Funzionano bene soprattutto su pavé e sampietrini, meno sulle sconnessioni più pronunciate, situazioni in cui il contraccolpo è trasmesso in abitacolo. 

L’erogazione dei 441 CV e 493 Nm di questa versione Dual Motor Long Range si può regolare i due posizioni - soft e normal - che è quella che dà il massimo delle prestazioni. Per la guida di tutti i giorni consigliamo la prima, che ha una risposta più fluida e una risposta più gestibile quando si preme l'acceleratore. Lo stesso vale per lo sterzo, che in comfort è più omogeneo e progressivo. In ogni caso la Model Y è sempre molto reattiva, potendo contare su uno 0-100 in 5"1, anche se il peso supera (di pochissimo) i 2.000 kg. 

Tesla Model Y

Aumentando l'andatura, anche esagerando, gli interventi dei controlli elettronici di stabilità e trazione sono molto dolci nel modulare la grande esuberanza in accelerazione dei due motori elettrici e nel calibrare “di fino” la motricità e la ripartizione della coppia tra lato destro e sinistro con il torque vectoring. Il risultato è una ripartizione molto neutra ed efficace della trazione integrale, che permette di tenere ritmi che non ti aspetteresti da una macchina rialzata come questa. 

Convince anche la taratura del pedale del freno ottima, che consente di rallentare in modo naturale e progressivo sfruttando sia la frenata rigenerativa sia pinze e dischi. Sulla Model Y, infine, i vetri anteriori sono doppi e anche il grande tetto panoramico in vetro ha un trattamento di isolamento acustico particolare, e in effetti l’insonorizzazione dall’esterno è notevole, superiore a quella della berlina Model 3 da cui questa Tesla deriva. 

La Tecnica 

Motore

sistema con due motori elettrici e trazione integrale

Potenza

440 CV 

Coppia

575 Nm 

Capacità Pacco Batterie

75 kWh 

Tipo di Ricarica

CCS Combo2

Listino prezzi

La Tesla Model Y è disponibile a listino in due versioni: Long Range AWD e Performance. La prima, con autonomia di 507 km /WLTP) è venduta ad un prezzo di 60.990 euro (una cifra che le permette di stare al di sotto della soglia del'Ecobonus) mentre la seconda, che ha più CV e prestazioni migliori (0-100 in 3"7 e 241 km/h di velocità massima), percorre fino a 480 km con una ricarica e costa 68.990 euro.  

Fotogallery: Tesla Model Y, perché comprarla elettrica e perché no