Per la prima volta si affrontano tra loro tutti i modelli più prestanti di Elon Musk in produzione: ecco com'è andata

In questi ultimi mesi abbiamo visto i modelli Tesla cimentarsi in drag race contro avversari di qualsiasi tipo. Dalle supercar di serie come la Lamborghini Huracan, fino alle giapponesi elaborate, passando per la "nostra" Giulia Quadrifoglio anche per qualche bolide a due ruote come la Yamaha R6 o le elettriche Zero SR/F e Harley-Davidson Livewire. Mai però avevamo visto una sfida come quella organizzata da Throttle House.

Una drag race senza precedenti, che vede Tesla sfidare se stessa, o meglio, tutti i modelli attualmente presenti nel listino del costruttore americano, in un'incredibile "tutti contro tutti". Perché se è vero che nelle gare di accelerazione i modelli Tesla non hanno molti rivali al mondo, cosa succederà quando nella corsia accanto c'è un altro modello Tesla?

Non solo accelerazione

Pronte e schierate sulla griglia di partenza ci sono una Model S, una Model 3, una Model X e una nuovissima Model Y. Tutte rigorosamente in versione Performance.

Tesla Model 3 VS Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, sfida tra presente e futuro

Il risultato di questa gara potrebbe essere scontato, tuttavia, i colleghi non si sono limitati a una "semplice" partenza da fermo, ma hanno messo in piedi anche una gara di ripresa con un risultato che, almeno in parte, potrebbe sorprendere.

Vincitrice assoluta è infatti risultata la Model S, malgrado sia sulla carta il modello più "anziano", in questa variante ha sbaragliato le sorelle dotate di batteria e motori più evoluti con il suo scatto bruciante!

Dietro le quinte

A rendere possibile questa esclusiva drag race è stato Trevor Page, del Tesla Owner Online, che ha messo insieme i quattro esemplari che vedete nel video. Le quattro auto, infatti, appartengono ad altrettanti proprietari canadesi, che hanno messo a disposizione la propria vettura per l'impresa.

Curiosi probabilmente anche loro di conoscere quale tra le Tesla attualmente in produzione fosse la più veloce. Lo stesso Page, poi, si è anche occupato della realizzazione di un "dietro le quinte" che racconta tutti i retroscena della gara.