La Casa francese conferma l'arrivo della versione a zero emissioni, con 2 anni di anticipo: sarà su base smart forfour

La Twingo elettrica era nei piani di Renault da tempo. Inizialmente era previsto che uscisse nel 2022. Poi, a ottobre dello scorso anno, Ali Kassaï Koupaï, direttore prodotto della Casa francese, aveva già fatto capire che la versione a zero emissioni della propria citycar sarebbe stata anticipata

Ora arriva la conferma: nelle comunicazioni inerenti i risultati 2019, Renault annuncia infatti l’arrivo imminente della Twingo Z.E., attesa adesso entro la fine dell’anno. L’auto si inserisce in quel processo di elettrificazione che la Casa sta espandendo con le nuove Clio e Captur ibride (E-Tech), ad esempio, o col l’imminente Megane PHEV (E-Tech anch’essa). Quel processo, insomma, in cui a modelli nati già a batteria (Zoe e Twizy, per citarne due) si affiancano versioni green di modelli nati ad alimentazione tradizionale.

Una base smart

Le caratteristiche della nuova Renault Twingo Z.E. non sono ancora state rese note. È facile pensare, però, che l’auto condividerà piattaforma e meccanica con la smart EQ forfour, vettura che già in origine nasce su una base comune alla citycar francese (che come le due smart, si caratterizza per uno schema meccanico “tutto-dietro”).

Proprio gli incoraggianti dati di vendita di forfour e fortwo elettriche (tra le più vendute in Europa negli ultimi mesi) potrebbe aver convinto definitivamente i vertici Renault a forzare i tempi e ad anticipare la commercializzazione.

smart EQ fortwo e forfour

82 CV e 155 km di autonomia

In attesa di dati ufficiali, è ipotizzabile che la Renault Twingo Z.E., proprio come la smart EQ forfour, sia spinta da un motore sincrono da 82 CV di potenza e 160 Nm di coppia alimentato da una batteria agli ioni di litio da 17,6 kWh. Questa si ricaricherebbe dalle 3,5 alle 6 ore a seconda che si adoperi una wallbox o una normale presa domestica, garantendo un’autonomia di  155 km (in ciclo NEDC). 

La Twingo Z.E. potrebbe vantare anche prestazioni simili, con uno 0-100 in meno di 13” e una velocità massima, autolimitata, di 130 km/h. Sarà interessante capire anche come l’auto si posizionerà sul mercato a livello di listino. Intanto sappiamo che la sorella smart ha un prezzo di partenza di poco inferiore ai 25.000 euro.