L'annuncio alla World Artificial Intelligence Conference di Shanghai: "La guida autonoma di Livello 5 sarà realtà molto presto"

La World Artificial Intelligence Conference che ha aperto i battenti a Shanghai non poteva esordire in modo più spettacolare. In collegamento video, un raggiante Elon Musk è infatti intervenuto dichiarando che Tesla è molto vicina alla guida autonoma di Livello 5.

“Sono molto fiducioso sul fatto che la guida autonoma di Livello 5 sia possibile e credo anzi che diventerà realtà molto presto”, ha detto il numero uno di Tesla.

Un antipasto nel nuovo Autopilot?

La dichiarazione sembra seguire il solco di quanto annunciato di recente riguardo all’Autopilot, che entro qualche mese dovrebbe aggiornarsi in una versione completamente rinnovata e molto ancora evoluta (qui il focus sul suo funzionamento).

E questo, per Tesla, potrebbe essere un enorme punto di forza verso la concorrenza. Se da una parte infatti sono tante le società che hanno investito miliardi sullo sviluppo della guida autonoma – da Alphabet con Waymo a Uber – dall’altra molte Case automobilistiche hanno spiegato che a causa del Covid-19 hanno dovuto rivedere i piani di investimento.

E quindi per non rallentare l'indispensabile sviluppo dell’auto elettrica, i cui progetti sono stati avviati (e finanziati) anni fa, potrebbero per forza di cose ridurre la ricerca sulle tecnologie di ausilio alla guida. Tesla, quindi, che su questi dispositivi ha anticipato i tempi, potrebbe godere di un consistente vantaggio competitivo.

tesla autopilot curved exit ramp

L'importanza del freddo

Proprio per incrementare il numero di centraline a bordo delle auto e per supportare sistemi di calcolo sempre più complessi, Tesla sta lavorando non solo sul software, ma anche sull’hardware.

In particolare, sta mettendo a punto sistemi innovativi di gestione del calore e impianti di raffreddamento ad hoc per centraline sempre più evolute.

Anche questo, a suo modo, contribuirà secondo Musk alla futura messa in commercio di auto in grado di viaggiare senza che il conducente (o sarebbe meglio dire il passeggero) faccia qualcosa di diverso dall’impostare la destinazione da raggiungere.