Le tre Case tedesche premium per antonomasia lo fanno da tempo: si muovono parallelamente sulle stesse direttrici e, chi prima chi dopo, presentano sul mercato vetture in concorrenza diretta. Così, guardando questa A6 e-tron concept, viene da pensare che Mercedes abbia chiamato, e Audi abbia risposto.

E se la Casa della Stella ha già presentato il modello di serie della sua ammiraglia elettrica EQS, da Ingolstadt per ora si limitano (si fa per dire) a togliere a i veli una concept che apre la strada a un futuro modello di serie premium sotto ogni punto di vista, anche se sarà concorrente diretto dell'imminente Mercedes EQE, che della EQS sarà sorella minore. Domanda: e BMW? Al momento, parlando di berline, non va oltre alla i4, ma c’è un'enorme i7 attesa per il 2022. E così, anche in questa nicchia il cerchio tra i tre brand si chiuderà.

Fino a 700 km di autonomia

Andiamo al sodo. L’Audi A6 e-tron concept viene presentata al Salone di Shangai e porta con sé numerose novità. Prima di tutto, la piattaforma modulare PPE, sigla che sta per Premium Platform Electric e che il gruppo Volkswagen utilizzerà per le elettriche Porsche (la prima sarà la Macan), le Bentley e le Audi top di gamma come – appunto – questa A6 e-tron.

shanghai-motor-show

Vedi tutte le notizie su Shanghai Auto Show

La piattaforma ospita una batteria da 100 kWh con architettura a 800 volt che garantisce un’autonomia di circa 700 km e una velocità di ricarica a corrente continua di 270 kW, che consente di raggiungere l’80% di carica in 25 minuti o, guardandola dall’altra parte, di guadagnare 300 km in 10 minuti.

Audi A6 e-tron concept

La batteria alimenta due motori elettrici disposti uno per asse (come ormai ci hanno abituato le elettriche): garantiscono la trazione su tutte e quattro le ruote motrici senza necessità di organi meccanici di collegamento tra avantreno e retrotreno. Erogano complessivamente 476 CV e 800 Nm.

  • Batteria: 100 kWh
  • Ricarica: fino a 270 kW
  • Autonomia: 700 km
  • Potenza max: 476 CV
  • Coppia max: 800 Nm

L’efficienza anche nella… vernice

La A6 e-tron, che in realtà si inserisce un gradino sotto alla Mercedes EQS, è lunga 4,96 metri (l’altra tocca i 5,21) e sfoggia una linea estremamente aerodinamica. Cofano alto, tetto ad arco e coda sfuggente, quasi come quella della A7. Ci sono specchietti a telecamera, maniglie a filo carrozzeria, calandra single frame carenata, minigonne e scivoli estrattori: il risultato è un Cx quasi da primato di 0,22.

Audi A6 e-tron concept

Dal punto di vista estetico la A6 e-tron concept si riconosce anche per i fari anteriori con lampade OLed e per quelli posteriori a matrice di Led. Tocco futuristico sono i microproiettori (tre per lato) posti sulla fiancata che servono a scrivere a terra vari messaggi di servizio. Avvertono ad esempio che la porta sta per aprirsi e questo va a vantaggio sia dell’incolumità di pedoni e ciclisti sia della preziosa verniciatura a protezione solare che migliora l’isolamento termico dell’abitacolo migliorando l'efficienza di sistema.

Ecco, parlando di abitacolo: Audi non ha rilasciato immagini che mostrino gli interni e non ci sono ancora informazioni precise. Di sicuro adotterà quanto di meglio proposto dalla Casa in termini di Infotainment e assistenza alla guida. Non mancherà neanche l'head-up display con realtà aumentata già presente sulla Q4 e-tron, ma per vederla dentro si deve attendere ancora qualche giorno. Poi la si vedrà esposta allo stand del Salone di Shangai, dove avverrà il primo contatto con il pubblico.

Fotogallery: Audi A6 e-tron concept