L’auto elettrica vuole piattaforme dedicate: è una cosa che le Case hanno ormai capito. E per quanto, in questa fase transitoria, ci siano ancora piattaforme multi-alimentazione, il futuro corre verso uno scenario sempre più definito, in cui i modelli a zero emissioni nasceranno su chassis appositamente progettati.

E in questa ottica che Italdesign e Williams Advanced Engineering (WAE) hanno deciso di unire le proprie forze per offrire al mercato una soluzione completa nella produzione di auto elettriche ad alte prestazioni.

Batterie strutturali

La base di partenza è rappresentata dal rolling chassis che Williams ha realizzato sfruttando le proprie competenze in tema di auto sportive e materiali compositi. Prevede una parte centrale in fibra di carbonio che ospita una batteria modulare con funzioni strutturali; una soluzione che garantisce doti di leggerezza e rigidità torsionale ai vertici.

Alla sezione centrale vengono fissati due telai ausiliari, uno all’anteriore e uno al posteriore, che oltre ad essere necessari per l’alloggiamento dei motori elettrici, delle sospensioni e di tutti gli altri organi, essendo deformabili, hanno anche il compito di dissipare correttamente l’energia in caso di urto. Sono adattabili e permettono di realizzare modelli con passo compreso tra i 2,9 e i 3,1 metri.

Italdesign e Williams Advanced Engineering - Piattaforma elettrica modulare

Fino a 160 kWh

La stessa Williams ha in mano lo sviluppo del pacco batteria. La casa di Sir Frank ha sviluppato negli anni la giusta dose di esperienza in questo campo, anche grazie al coinvolgimento in Formula E (la compagine inglese tornerà a essere fornitrice ufficiale dei pacchi batteria nella stagione 2022-2023 per le vetture di terza generazione), nell’ETCR e nel nuovo campionato Extreme-E. Ad oggi, è in grado di fornire accumulatori con capacità comprese tra i 104 e i 120 kWh capaci di alimentare powertrain con potenze che arrivano a 1.360 CV.

In taluni casi la batteria può essere ulteriormente espansa, arrivando addirittura a 160 kWh: una capacità tale da garantire, anche nel caso di vetture ad alte prestazioni, fino a 1.000 km di autonomia con una sola carica. A disposizione dell'eventuale "cliente", sia la trazione posteriore che le quattro ruote motrici.

  • Batteria: da 104 a 160 kWh
  • Autonomia: fino a 1.000 km
  • Potenza max: fino a 1.360 CV

Al resto pensa Italdesign

Il ruolo di Italdesign in questa impresa si riversa su tutti i sistemi di sicurezza, la tecnologia dedicata all’infotainment (e più in generale alla user experience) e lo sviluppo di tutte le altre componenti, dalla carrozzeria agli interni.

Italdesign si occuperà inoltre di tutta quella che è la parte di ingegnerizzazione delle vetture, e sarà in grado di fornire un'analisi approfondita di tutti i processi, incluso quello sul riciclo dei materiali e delle batterie una volta che il veicolo sarà giunto a fine vita.

Inoltre, metterà in campo le proprie competenze in termini di design, potendo sfruttare una piattaforma in cui la parte superiore del corpo vettura non avrà funzioni strettamente strutturali e garantirà quindi maggiore libertà nella definizione di stile e proporzioni.

Italdesign e Williams Advanced Engineering - Piattaforma elettrica modulare

Produzione ultra-flessibile

Williams e Italdesign si stanno già interfacciando con alcuni clienti e, considerando i tempi di progettazione di un’auto nuova, si stima un arrivo sul mercato in circa 3 anni del primo veicolo basato su questa piattaforma. 

"Il nostro obiettivo - spiega Antonio Casu, Chief Technical Officer di Italdesign - è sviluppare architetture nei segmenti GT, berlina, crossover e spider. L'idea di base è che tali idee siano interamente personalizzabili sia all’esterno, sia all’interno. Stiamo lavorando a un business case in grado di soddisfare diversi volumi di produzione, dalla serie ultra-limitata fino a 10.000 unità l’anno, cinquecento delle quali possono essere prodotte da Italdesign nei propri stabilimenti di Torino".

Paul McNamara, Technical Director di WAE, ha aggiunto durante la presentazione del progetto: "Siamo lieti di unire le forze con Italdesign in questa entusiasmante e tempestiva joint venture. La domanda di veicoli elettrici ad alte prestazioni è in crescita considerevole ma, fino ad oggi, non esisteva una soluzione completa per la produzione. Questa relazione unica riunisce la tecnologia dei rolling-chassis all’avanguardia per EV con uno dei leader mondiali nello sviluppo ingegneristico di veicoli". 

Fotogallery: La nuova piattaforma elettrica di Italdesign e Williams AE