La sindaca di Torino Appendino e il presidente della Regione Piemonte Cirio alzano il pressing: "Grande opportunità, il Governo agisca"

Oggi a Torino si è tenuto il Mirafiori Day. L’evento, organizzato dalla Fiom, ha toccato tanti temi inerenti il lavoro e le attività dello storico nonché stabilimento torinese di Fiat, poi FCA e ora Stellantis. Tra i temi caldi, anche quello della Gigafactory, che in tanti sperano sia realizzata in un’area in disuso dell’impianto che si sviluppa su una superficie complessiva di oltre un milione di metri quadrati.

È stata una richiesta unanime, quella avanzata al Presidente del Consiglio, Mario Draghi: ha visto unirsi in una sola voce parlamentari di ogni schieramento, operai, sindacati e anche la sindaca della città, Chiara Appendino, e il presidente della Regione, Alberto Cirio.

Palla al Governo

Il Mirafiori Day è stato organizzato pochi giorni prima dell’Electrification Day che Stellantis terrà il prossimo 8 luglio. Mira a sensibilizzare politica e opinione pubblica sul fatto che una fabbrica di batterie a Torino permetterebbe ai tanti lavoratori di Stellantis di mettere fine a un periodo di cassa integrazione che dura quasi ininterrottamente da quasi 15 anni.

Fiat Mirafiori: dove nasce la 500 elettrica

Sindaca e presidente hanno inviato una lettera a Mario Draghi e ai ministri Giancarlo Giorgetti e Roberto Cingolani in cui si legge: “Chiediamo che il Governo si adoperi in maniera concreta e fattiva per sostenere la candidatura della nostra città e chiediamo altresì un incontro al Presidente per meglio rappresentare le grandi opportunità del territorio in modo che possa ben comprendere perché Torino è la sede naturale della Gigafactory di Stellantis”.

Insieme alle massime cariche politiche locali, la lettera è stata firmata anche dai rappresentanti delle imprese e delle associazioni sindacali.

Aspettando l'EV Day

L'attesa per conoscere la sede della Gigafactory Stellantis cresce sempre di più e gli occhi sono puntati allo Stellantis EV Day di mercoledì 8 luglio, nel corso del quale potrebbe essere fornita qualche indicazione al riguardo. Dopo le due fabbriche per batterie in Francia e Germania, figlie di ACC, la joint venture tra PSA e Total, l'auspicio infatti è che ora tocchi al Belpaese ospitare un impianto.