È bastato un breve post per scatenare fan e speculazioni sul web. Tutto è partito due giorni fa, quando l’account Twitter “Elon Musk’s Jet” ha scritto che l’aereo privato del Ceo di Tesla era in volo verso l’Italia, precisamente in direzione Firenze.

Diverse ore dopo, un secondo tweet ha confermato l’atterraggio in Toscana. Davvero, quindi, il fondatore della Casa californiana è venuto nel Belpaese? E perché? Cerchiamo di ricostruire la vicenda.

C’entra la sorella?

Prima di tutto, @ElonJet è un profilo che “spia” l’aereo di Elon Musk affidandosi al bot sviluppato da ADS-B Exchange, un sito che permette di monitorare il traffico aereo in tutto il mondo. In effetti, inserendo il numero di volo indicato nella foto pubblicata (A835AF) si trova la conferma che il jet N628TS del Ceo di Tesla sia partito il 7 agosto da Los Angeles per atterrare a Firenze.

 

Sembra quindi confermato che il velivolo di Musk abbia attraversato l’Oceano Atlantico e sia atterrato in Italia. A questo punto, sorgono due domande. La prima è: il super manager sudafricano era a bordo? Non necessariamente. Lo stesso “Elon Musk’s Jet” avvisa nella sua biografia su Twitter che non sempre il Ceo di Tesla partecipa ai voli del suo aereo.

Qualcuno ha quindi ipotizzato che il jet possa essere servito a Tosca Musk. Produttrice e regista cinematografica, la sorella di Elon si chiama così proprio in onore della Regione italiana, dove è stata impegnata nei mesi scorsi per le riprese del film “Gabriel’s Rapture”.

O c’era davvero lui?

Il secondo quesito è: se invece Elon Musk si trovava davvero a bordo, cosa sarebbe venuto a fare in Italia? Le ipotesi si sprecano. Alcuni fan pensano a una semplice vacanza. La Toscana, in fondo, è una meta molto amata dalle star. Nei giorni scorsi, per esempio, è diventato virale il video di Anthony Hopkins che fa il bagno in piscina cantando “Bella ciao” e gridando “Sono italiano”.

 

Altri pensano che il viaggio possa avere che fare con Idra, l’azienda bresciana produttrice delle ormai celebri Giga Press utilizzate da Tesla. Ma avrebbe senso atterrare a Firenze per spostarsi in Lombardia? Difficile.

Appuntamento già fissato

Infine, c'è anche chi continua a sognare in grande e spera in un sopralluogo per costruire un impianto Tesla in Italia. L'unica certezza, al momento, è che Elon Musk verrà davvero dalle nostre parti: sarà a Torino il 23 settembre per l’Italian Tech Week e per incontrare John Elkann, presidente di Stellantis e Ferrari, con cui parlerà di guida autonoma, connettività e più in generale di innovazione tecnologica. Ma forse non solo di questi argomenti.

L’altra certezza è invece che il Ceo di Tesla non ha commentato in alcun modo l’indiscrezione che lo vede nella Penisola con parecchie settimane di anticipo. Nemmeno rispondendo a chi gli ha chiesto direttamente su Twitter: “Ma è vero che sei a Firenze?”.