CATL è pronta alla produzione di massa della sua nuova batteria. L’accumulatore di nuova generazione del colosso cinese avrà efficienza e densità energetica maggiori e arriverà sul mercato già il prossimo anno.

La nuova batteria di CATL, che è stata battezzata Qilin, arriverà ad avere una percentuale attiva rispetto al volume totale del 72%: si tratterebbe della miglior percentuale al mondo. La prima generazione di questo tipo di batteria, arrivata nel 2019, si fermava al 50%.

La batteria Qilin è stata ripensata in ogni sua componente per arrivare a un miglioramento di questo tipo e avrà una densità energetica di 255 Wh/kg. Secondo le promesse del colosso cinese, potrà consentire alle auto elettriche su cui sarà montata di percorrere 1.000 km con una sola ricarica. Un'informazione molto vaga, che fornisce però un'idea chiara sull'ambizione di CATL.

Questione di organizzazione

Il lavoro più grande è stato svolto in fase di progettazione, con l'adozione di un nuovo sistema di raffreddamento delle celle che occupa meno spazio e ha un potere di scambio di calore 4 volte superiore a un sistema convenzionale. Questa soluzione permetterà alla batteria Qilin di sopportare meglio ricariche ad alta potenza, potendo contare su una migliore gestione termica della batteria.

Oltre a questo, gli ingegneri di CATL hanno svolto un fine lavoro sulla condivisione delle componenti, e solo questa migliore gestione degli spazi ha permesso di aumentare del 6% la capacità energetica della batteria.

La batteria Qilin di CATL

Un problema di costi

La mossa di CATL arriva dopo i tanti sforzi compiuti in questi mesi per riuscire a trovare il modo di mantenere il ruolo di leader insidiato da tante altre aziende del settore, sia straniere sia connazionali, come BYD, che a breve inizierà a consegnare batterie a Tesla.

CATL non arriva da un momento facile. Nel primo trimestre del 2022, a causa dell’aumento dei costi delle materie prime, ha visto diminuire gli utili del 24%. A maggio la società ha affermato di aspettarsi risultati migliori per il secondo trimestre, avendo ritoccato verso l’alto i listini e avendo ribaltato parte degli incrementi dei prezzi sui propri clienti.

Tra nuovi clienti e nuove gigafactory

Non si sa se la batteria Qilin ha già qualche Casa automobilistica interessata. CATL ha detto che a partire dal 2025 fornirà celle cilindriche di nuova generazione a BMW, garantendo prestazioni elevate a una nuova famiglia di veicoli elettrici prodotti dalla Casa bavarese. Non è ancora chiaro, però, se ci si riferisce a un prodotto inedito.

Si sa, invece, che CATL ha venduto l’equivalente di 41,4 GWh di batterie nei soli primi 4 mesi dell’anno, arrivando a doppiare il secondo classificato, LG Energy Solution, che ha sfiorato i 20 GWh. Questo, almeno, è quello che riporta la società sudcoreana di analisi SNE Research.

Inoltre, il colosso di Ningde, sta anche lavorando per consolidare la propria posizione negli Stati Uniti, dove, secondo la Reuters, sarebbe molto vicina ad avviare la produzione in loco di batterie per auto elettriche. Sarebbe un'ulteriore mossa per il mantenimento di un primato sempre più ambito.

Fotogallery: Foto - La batteria QIlin di CATL