Emergono nuovi interessanti dettagli sui piani di BMW per le auto elettriche futuro. La Casa di Monaco ha fatto sapere che con il lancio della sua nuova piattaforma Neue Klasse, progettata espressamente per le auto elettriche, introdurrà anche le batterie Gen 6, che potranno vantare miglioramenti significativi sotto più di un punto di vista.

BMW, nello specifico, fa sapere che garantiranno un’autonomia migliorata del 30%, una riduzione del 50% dei costi di produzione e una riduzione del 60% delle emissioni di carbonio.

Batterie strutturali

Simond Erhard, uno degli ingegneri a capo dello sviluppo delle nuove batterie, ha fatto sapere ad Automotive News che si prevede la realizzazione di una batteria dalla densità energetica molto più alta di quella attuale e che questo risultato è ottenuto anche grazie al passaggio da celle prismatiche a celle cilindriche.

Erhard ha affermato: “Stiamo integrando le celle della batteria direttamente nel veicolo”. Questo significa, senza troppi giri di parole, che anche BMW passerà presto alle batterie strutturali. “La sfida principale è raggiungere il giusto compromesso tra rigidità e flessibilità, trovato quello, sarà facile riuscire a integrare la batteria come parte della parte inferiore del veicolo”.

BMW iX1, inizia la produzione a Regensburg

BMW iX1, inizia la produzione a Regensburg

Le nuove batterie strutturali BMW

  • Celle: cilindriche
  • Densità: +30%
  • Costi di produzione: -50%
  • Impatto ambientale: -60%

Si guarda anche allo stato solido

Con la presentazione dei piani futuri, BMW ha anche affermato che nei prossimi anni continuerà ad adottare principalmente batterie agli ioni di litio ma che sta già valutando tecnologie alternative che potrebbero essere usate sulle prossime generazioni di auto. Tra queste, ci sarebbe anche lo stato solido.

Intanto, però, gli investimenti maggiori riguardano le batterie Gen 6, che saranno prodotte in una fabbrica a Debrecen, in Ungheria, dove la Casa ha annunciato di voler investire 2 miliardi di euro per aggiornare l’impianto. Il sito, che BMW ha battezzato iFactory, diventerà operativo nel 2025 e creerà 500 nuovi posti di lavoro.

La nuova iFactory di BMW si estenderà per 140.000 metri quadrati e si occuperà sia della costruzione delle batterie sia di intere vetture, tutte su base Neue Klasse. Questi stessi veicoli saranno prodotti anche nella fabbrica di Monaco a partire dal 2026. Le celle, però, non saranno realizzate internamente: arriveranno dalla Envision Automotive Energy Supply di proprietà di Nissan, che ha una sede nella Carolina del Sud. Fornirà a BMW celle per 300.000 veicoli l’anno anche se, secondo quanto detto in passato, non sarà il solo fornitore.

Fotogallery: Foto - Lo stabilimento BMW di Debrecen