Il settore delle batterie per auto elettriche continua a crescere. Era facile scommetterci, ma ora è ufficiale. Lo dice un rapporto della società di analisi sudcoreana SNE Research, che afferma che nei primi tre mesi dell’anno la produzione mondiale è arrivata a 133 GWh, con un aumento rispetto allo stesso periodo del 2022 del 38,6%.

Il tasso di crescita è leggermente diminuito rispetto al passato, ma il settore è ancora in fortissima espansione, guidato, come sempre, dai colossi cinesi.

CATL mantiene il primato

Il primo produttore al mondo di batterie resta, anche per il primo trimestre del 2023, CATL. L’azienda ha consegnato la bellezza di 46,6 GWh di batterie. Dietro, al secondo posto, si trova BYD: 21,5 GWh. Sale sul podio anche LG Energy Solution, con 19,3 GWh. Questa la top ten:

  1. CATL: 46,6 GWh e 35% di quota
  2. BYD: 21,5 GWh e 16,2% di quota
  3. LG Energy Solution: 19,3 GWh e 14,5% di quota
  4. Panasonic: 11,9 GWh e 9% di quota
  5. SK On: 7,1 GWh e 5,3% di quota
  6. Samsung SDI: 6,5 GWh e 4,9% di quota
  7. CALB: 5,7 GWh e 4,3% di quota
  8. Gouxuan: 2,9 GWh e 2,2% di quota
  9. EVE: 2,4 GWh e 1,8% di quota
  10. Sunwoda: 1,9 GWh e 1,4% di quota
Tesla Model Y: celle cilindriche tipo 4680 e batteria strutturale (fonte: Paul Kelly)

Una batteria con celle cilindriche cell-to-pack

Inarrivabile Cina

A parte la produzione in valore assoluto, in questi primi mesi dell’anno ha far segnare la crescita maggiore è stata BYD, con un +115%. La Casa consolida il primato cinese nel settore: 6 delle prime 10 aziende hanno sede nel Paese del Dragone. Sommate superano il 60% dell’intera produzione mondiale.

Al secondo posto si piazza la Corea del Sud, che ha il 24,7%. Perde l’1,3% rispetto allo scorso anno ma può contare sulle buone performance di SK Innovation (+5,1%) e soprattutto di LGES (+37,5%) e Samsung SDI (52,9%).

Fotogallery: CATL al Salone di Shanghai 2023