Oggi come oggi, se si vuole acquistare un’auto elettrica si può strappare un prezzo di vendita a dir poco interessante. Con l’arrivo dei nuovi incentivi statali, infatti, se si hanno un’auto da rottamare e un Isee basso, il bonus può arrivare a 13.750 euro.

Allo stesso tempo, però, di auto elettriche economiche in circolazione non ce ne sono ancora molte. Quindi, per quanto lo sconto sia consistente, si deve pensare comunque di spendere abbastanza per acquistare una vettura a zero emissioni.

Ci sono alcuni modelli, in particolare, che cavalcando gli incentivi potrebbero fare ottimi numeri, ma che, per motivi diversi, rischiano di non poterli sfruttare. Ci si riferisce alla Renault 5 elettrica, alla Fiat Panda elettrica e alla Volkswagen ID.2, tutti con listini con soglia di partenza tra i 20.000 e i 25.000 euro e quindi, con gli incentivi, idealmente acquistabili a prezzi intorno ai 10.000 euro o poco sopra.

Cosa rischiano Renault 5 e Fiat Panda

Partiamo col parlare della Renault 5. L’auto, presentata ufficialmente al Salone di Ginevra, sarà acquistabile a breve. I preordini sono già aperti (e hanno superato i 50.000 in poco tempo), ma per avere accesso agli incentivi resta un'incognita.

Renault 5 E-Tech Elettrica (2024)

Renault 5 E-Tech Elettrica: prezzo di partenza inferiore ai 25.000 euro

I bonus saranno ancora disponibili? In passato non sono stati sfruttati a dovere (principalmente per una formula di erogazione che non rispondeva alle reali esigenze del mercato), ma non è detto che anche per il 2024 la situazione si ripeta.

La Fiat Panda elettrica potrebbe avere un destino simile. L’auto sarà presentata ufficialmente l’11 luglio e dovrebbe arrivare in concessionaria entro la fine dell’anno o, al più tardi, nel 2025. Perciò, come per la Renault 5, potrebbe arrivare tardi per gli incentivi.

Fiat Panda (2024), il render di Motor1.com

Fiat Panda elettrica: il render di Motor1.com

Volkswagen arriva tardi

Destino diverso per le economiche del gruppo Volkswagen. La ID.2 sarebbe dovuta arrivare nel 2025, però, vista la situazione attuale del mercato e l’affievolimento delle vendite, è stata posticipata al 2026. L’auto, una sorta di Polo elettrica (anche nell’aspetto) arriverà con un prezzo di partenza di 25.000 euro circa e non è detto che, quando sarà in vendita, potrà sfruttare gli incentivi statali, da confermare per i prossimi anni.

Volkswagen ID.2all

La Volkswagen ID.2all anticipa il design delle prossime elettriche del brand tedesco

C'è anche un quarto modello molto atteso, sempre Volkswagen. È la ID.1, auto di cui si sa ancora abbastanza poco, se non che sarà ancor meno costosa della ID.2, con prezzo di partenza da meno di 20.000 euro. Il ceo Thomas Schaefer, nel presentare i risultati finanziari del gruppo, ha affermato che arriverà nel 2027. L’auto sarebbe dovuta essere sviluppata in collaborazione con Renault, che sulla stessa base avrebbe realizzato la Twingo, ma la trattativa sulla partnership è fallita e ognuno andrà avanti per conto proprio sui rispettivi progetti.

Fotogallery: Renault 5 E-Tech Electric 2024