Proporzioni e guida perfette per la città, ha un prezzo di 5430 euro con Ecobonus, oppure può essere noleggiata a 19,99 Euro/mese.

Piccola, elettrica e si può guidare a 14 anni. Lei è la Citroen Ami, l'auto - anzi il quadriciclo - pensata per la mobilità urbana a 360 gradi, con varie formule di acquisto e sharing. Ingredienti che, insieme, rendono potenzialmente vincente questa "Amica" della mobilità urbana.

Com'è fatta

Piccola e compatta. E non è solo un modo di dire, perchè questa Ami è lunga appena 2.41 metri, larga 1.39 metri, ed è alta 1.52. Proporzioni raccolte che permettono dunque di ottimizzare gli ingombri, come vedremo più avanti. Il propulsore elettrico, posto in posizione anteriore, è in grado di erogare 6 kW di potenza, e gli ingombri contenuti permettono alle ruote da 14 pollici di effettuare un raggio di sterzata di appena 7 metri.

Citroen Ami, la prova su strada

Esteticamente si presenta in maniera simpatica quanto efficace. Pochi fronzoli in termini di materiali e scelte per contenere i costi, senza trascurare la sicurezza. Pesa 485 chilogrammi questa Ami, incastonata in un telaio tubolare che vede inglobate le due portiere simmetricamente ma una con apertura a vento e l'altra controvento. Intelligente anche la soluzione dell'apertura dei vetri, un richiamo, anzi, uno dei richiami alla gloriosa 2 CV.

Com'è dentro

Stile si, ma pochi fronzoli anche qui. Il tutto con uno sguardo attento agli spazi, a cominciare dai sedili disassati, per ottimizzare lo spazio di seduta ed un pozzetto per poter riporre il proprio zaino di medie-grandi dimensioni.

Plastica dura quella presente sul cruscotto, con davanti anche uno spazio dove poter riporre oggetti, smartphone o anche una bibita. Molto importante l'utilizzo di vetri, anche sul tetto, che offre tanta luce a bordo. Le maniglie? Assenti: ci sono cinghie di tiro per uscire.

Motorizzazione

Si guida a 14 anni tramite patentino AM, dunque la potenza è limitata. 6 kW erogati da un propulsore posto in posizione frontale che permette una velocità massima di 45 km/h: perfetta per il traffico urbano.

Citroen Ami, la prova su strada

Batteria e ricarica

Il pacco batterie, agli ioni di litio, disposto sul marciapiede del quadriciclo, ha una capacità di 5,5 kWh, dunque un'autonomia di circa 75 chilometri. A disposizione per ricaricare c'è una tipica spina Shuco che dunque si allaccia alla classica presa 220 v casalinga. Dunque la ricarica avviene con i classici 2,2 kW di potenza massima.

Consigliamo comunque l'installazione di una wallbox, tra l'altro prenotabile grazie all'accordo tra Citroen ed Enel, così da avere anche la possibilità da parte di un tecnico, di analisi del proprio impianto elettrico, elemento questo da non sottovalutare.

Come va

Poco tempo a disposizione per provare questa piccolina, ma sufficiente per rendersi conto di alcuni elementi fondamentali. Primo: la Citroen AMI è una macchina che racchiude nel suo nome la propria anima. Non ti mette mai in difficoltà, è davvero una macchina amica. Questo grazie alla risposta dell'acceleratore, piuttosto duro, leggermente pesante, ma comunque immediato grazie alla propulsione elettrica.

Il pedale del freno non si utilizza praticamente mai, grazie anche alla coppia negativa evidente - relativamente ad un peso ed una potenza del genere. Quello che si può apprezzare è il raggio di sterzata e la facilità con cui si possono effettuare manovre.

Citroen Ami, la prova su strada

Un punto in più anche per le enormi vetrature che quindi danno una propriocezione migliore. Un punto in meno per il volante che rimane comunque sufficientemente leggero e veloce, ma che avremmo preferito un pochino più preciso.

Quanto costa

Qui la situazione si diversifica. Partiamo dal prezzo con Ecobonus: 5430 euro. C’è però un’altra modalità di utilizzo, ed è questa la parola fondamentale: si può infatti noleggare - con due formule: 1990 euro da versare in anticipo, (o 1260 con ecobonus e rottamazione) più 35 canoni da 19.99 al mese. Un piccolo extra – non quantificato ancora – anche per riceverla a casa. Un sistema interessante, che abbiamo già visto in passato, e che in fase di Covid può essere anche legato ad una forma contactless.

Inoltre, si può utilizzare in maniera condivisa con una inedita forma di Sharing. Sharing che, per un giorno, una settimana o un mese, si può sfruttare grazie alla piattaforma free2move.

Fotogallery: Citroen AMI, la prova su strada