Si accende la sfida: con l'offensiva elettrica in arrivo il CEO di Volkswagen è pronto a scavalcare di nuovo Elon Musk e soci

Se lo stanno chiedendo in tanti: Tesla vale davvero 100 miliardi? La notizia della recente capitalizzazione da record dell'azienda di Palo Alto, ancora vista come un costruttore di nicchia per quanto regina indiscussa delle auto elettriche, non fa che spostare sul mondo delle zero emissioni il classico duello a colpi di milioni di veicoli e miliardi di fatturato che fino a ieri vedeva Volkswagen Toyota e GM contendersi il ruolo di primo costruttore al mondo. 

Secondo Automotive News, il CEO del Gruppo Volkswagen Herbert Diess starebbe mandando un messaggio chiaro a Elon Musk. Qualcosa del tipo: "Stiamo venendo a prendervi". In realtà, il discorso è stato un po' più complesso. Diess ha infatti affermato che per anni l'obiettivo del colosso tedesco è stato quello di arrivare a giocare ad armi pari con la dinamica azienda americana.

ID Volkswagen. CROZZ (aka ID.4X)

Per ora è un inseguimento

Lo conferma la dichiarazione rilasciata la settimana scorsa dallo stesso Diess a Bloomberg TV in occasione del World Economic Forum di Davos, in Svizzera: "È una gara aperta - ha detto - Siamo abbastanza ottimisti sul fatto che possiamo ancora tenere il passo con Tesla e anche che a un certo punto probabilmente li sorpasseremo".

Volkswagen ha certamente tutte risorse e potenziale per scavalcare di nuovo Tesla ma prima deve mettersi al passo, visto che la sua offensiva elettrica è appena all'inizio. E Musk non sta a guardare. Anzi, tornando alla frase iniziale, per la prima volta nella storia la sua Tesla ha superato la capitalizzazione di Volkswagen, diventando di fatto la seconda Casa automobilistica più "preziosa" dopo Toyota. Musk, inoltre, punta a sfidare il colosso tedesco da vicino, avendo scelto di aprire un proprio stabilimento proprio in Germania.

Fotogallery: VW ID.4 teasers