Al di là del Coronavirus questo rimane un anno molto importante per il settore con un'ondata di nuovi modelli

Il 2020 doveva essere l'anno della definitiva consacrazione di un percorso elettrico che aveva oramai sdoganato anche i costruttori tradizionali alla mobilità a zero emissioni. La cronaca ha appurato che questo cammino è stato intaccato dalla pandemia del Coronavirus.

Con l'auspicio però che presto il settore dell'auto, così importante, torni a recitare il suo ruolo, abbiamo deciso di riprendere il filo del discorso strozzato in quel di Ginevra, e mostrare quelle che sono molte delle novità di questo 2020, nella speranza di potervele mostrare dal vivo quanto prima.

La prima volta di FCA

Dunque, dici auto elettrica nel 2020 e per noi italiani il primo pensiero va a quella che sarebbe stata, senza ombra di dubbio, una delle protagoniste indiscusse del Salone di Ginevra 2020: la 500 elettrica. Presentata a Milano, ha dalla sua forma e contenuto: batteria da 42 kWh, autonomia fino a 320 km (su ciclo WLTP), carica rapida fino a 85 kW (11 kW in corrente alternata) con presa Combo 2 che permette dunque anche una ricarica di 50 chilometri in 5 minuti, e guida autonoma di secondo livello. Potenza? 118 CV con uno stile che, ovviamente, riprende l'icona italiana del Lingotto.

Fotogallery: Fiat 500 elettrica

Citycar di "prestigio"

Proseguiamo la nostra carrellata con due city car elettriche che rientrano nella categoria di appartenenza per dotazioni e cura dei dettagli della 500 elettrica. Una è la Mini Cooper SE provata in quel di Miami, mentre l'altra è la Honda e guidata in Portogallo. Filosofie differenti, con la giapponese che dalla sua ha la trazione posteriore e dunque risulta godibile sia per il suo angolo di sterzo, che per la dinamica di guida.

La Mini, di suo, punta forte sullo stile, pur con prezzi che, per tutte e tre, salgono oltre i 30mila euro, esclusi incentivi ed ecobonus.

Fotogallery: Honda e

Le ID Volkswagen e la scommessa di Ford

La nostra carrellata prosegue in Germania, dove il gruppo Volkswagen ha pronti in canna due modelli: la ID.3, che uscirà in estate, e la ID.4 a seguire.

Fotogallery: Volkswagen ID.3

A proposito di SUV e Crossover, abbiamo potuto assistere al lancio europeo a Londra della Mustang Mach-e, il crossover Ford che sta facendo tanto discutere per quello che rappresenta un nome del genere declinato in elettrico e con queste proporzioni. Dalla sua, 98,8 kWh ed una potenza superiore a quella della "sorella" endotermica nella sua versione più performante.

Fotogallery: Mustang Mach-e a bordo per le vie di Londra

Il fascino Pininfarina

La carrellata non finisce qui perchè parlando di stile non possiamo che soffermarci sulla Automobili Pininfarina Battista che, proprio poco prima del Lockdown della Penisola, avevamo visto in anteprima a Cambiano. Una vettura entusiasmante sia per lo stile, con la mano di Luca Borgogno ben evidente, che per la sua potenza di 1.900 CV e la capacità di 120 kWh, dunque dichiarati 450 chilometri.

Fotogallery: Pininfarina Battista Anniversario

Uno sguardo al 2021

Il 2021 sembra ancora più lontano, eppure vogliamo dare un ulteriore segnale: il mondo dell'automobile uscirà da questa crisi, per ripartire con progetti ed un futuro anche a zero emissioni.

Non potevamo che partire da uno mezzo evidentemente di rottura per il mondo dell'auto, come il Cybertruck di Tesla, per poi proseguire con due mezzi di casa BMW che reputiamo interessanti come la i4 e la iNext, la cui preproduzione è già partita.

Fotogallery: 2020 BMW Concept i4

Non possiamo dimenticarci della Maserati MC20 da un lato, emblema dell'esclusività italiana, e della Dacia Spring dall'altro.

Insomma, il mondo dell'automobile, passata questa tempesta pandemica, si rimetterà in moto. Le novità ci sono, e saremo pronti a metterle alla prova ed analizzarle fino in fondo.

Fotogallery: Tesla Cybertruck