Il nuovo spot della Casa tedesca vede Santa Claus alla guida della nuova supercar elettrica: ecco la slitta del futuro

Se Babbo Natale è vestito di rosso lo dobbiamo alla Coca Cola, che con una campagna pubblicitaria mastodontica negli Anni ’30 lo mostrò come ora tutti lo conosciamo.

Se Babbo Natale metterà la slitta in garage, le renne libere al pascolo, e inizierà a portare i regali al volante di una e-tron GT lo dovremo ad Audi.

Un Santa Claus molto cool

Anche in questo caso c’è di mezzo una campagna pubblicitaria natalizia, che la Casa dei Quattro Anelli ha voluto realizzare unendo proprio Babbo Natale e la sua ultima nata a zero emissioni, la e-tron GT, berlina sportiva ad altissime prestazioni che rappresenta quanto di meglio abbia in serbo la Casa in tema di mobilità elettrica.

Il Babbo Natale di Audi ben poco a che fare ha con il vecchietto panzuto e barbuto che è entrato nell’immaginario collettivo. Questo è molto più fascinoso e in forma. Ha anche dismesso quel vestitone rosso che poco si sposerebbe con l’immagine raffinata della sua nuova auto e ha preferito un elegante completo grigio. Unica concessione alla tradizione: una cravatta fiammante.

I tempi cambiano

La pubblicità Audi convince per più di un motivo. Ad esempio, fa capire in pochi secondi tutte le caratteristiche della e-tron GT. Che è comoda (anche per una persona un po’ avanti con gli anni), veloce (non per niente in una notte accompagna Babbo Natale a portare regali in tutto il mondo), silenziosa, visto che continuerà a muoversi senza destare attenzione, spaziosa, potendo ospitare i regali nel bagagliaio, e anche sicura, poiché essendo dotata di trazione integrale quattro avanza su fondi innevati senza incertezza.

Fotogallery: Audi e-tron GT: la dinamica di guida

Ma la pubblicità ha anche altri significati: fa capire come la tradizione può essere reinterpretata per essere proiettata nel futuro: come Santa Claus, così il concetto di automobile. A questo punto, viene solo un dubbio: sarà meglio continuare a lasciare un bicchiere di latte e qualche biscotto sul tavolo per Babbo Natale e le sue renne, o magari preferisce trovare libero il posto alla colonnina di ricarica?