Il CEO della Casa tedesca non ha dubbi: l'ingresso di un player così importante potrà dare una spinta decisiva all'elettrico

La notizia della sempre più imminente auto elettrica di Apple è stata una vera bomba per il settore. E non ci si riferisce alle classiche chiacchiere da bar. Sono tanti infatti i big che in un modo o nell'altro hanno affrontato questo tempa. 

Elon Musk ha addirittura raccontato della volta in cui ha chiesto ad Apple di comprare la sua Tesla, all'epoca in grande affanno per le difficoltà legate al lancio della Model 3, e ieri sul tema si è espresso anche il numero uno di Volkswagen, fresco di riconferma e straordinario sostenitore della mobilità a emissioni zero. E per qualcuno perfino un potenziale futuro partner della Casa californiana

Risorse illimitate

Su LinkedIn Diess ha mostrato un grande interesse intorno al frutto di quel Project Titan che Apple ha avviato nel 2014, proprio per studiare la possibilità di esordire nel campo delle quattro ruote.

Fotogallery: Apple Car Rendering

"Attendiamo con impazienza nuovi concorrenti che certamente accelereranno il cambiamento nel nostro settore e porteranno nuove competenze. L'incredibile capitalizzazione e l'accesso praticamente illimitato alle risorse infondono in noi molto rispetto”, ha detto infatti il manager.

Ammirazione sincera

Considerando che Diess è tra i pochi leader nel settore auto ad avere una manifesta stima di Tesla ed Elon Musk, nonché uno dei più attivi sostenitori della transizione energetica (come dimostrano la ID.3 e tutti gli altri modelli della famiglia ID che ha fortemente voluto), le sue dichiarazioni in merito ad Apple sembrano sincere. Sicuramente un competitor come il gigante di Cupertino può essere un problema per chiunque, ma è pur vero che in questa fase per decollare la mobilità elettrica può avere realmente bisogno di "fare squadra".

Sembra esserci più voglia di prendere parte ad un cambiamento al quale anche altri possono contribuire, insomma, più che timore dell’arrivo di competitor dalla forza stratosferica in termini di percezione del brand e di capitalizzazione. E non stiamo parlando di noccioline.

  • Apple: 2,24 miliardi di dollari
  • Tesla: 0,61 miliardi di dollari
  • Volkswagen: 0,08 miliardi di dollari
Herbert Diess - CEO of Volkswagen Group

Aspettando le Big Three

Non è difficile immaginare che Apple, che ha un capitale sociale 4 volte superiore a Tesla e 30 volte superiore a Volkswagen, potrebbe creare un terremoto con la sua elettrica.

Noi ovviamente siamo alla finestra per cercare di capirne di più, mentre gli analisti sono costretti agli straordinari per decifrare cosa potrebbe succedere all’automotive in base alle mosse di quelle che sono già state definite da qualcuno le “Big Three” dell'elettrico: Tesla, Volkswagen ed Apple appunto. Di una cosa Diess è certo: "L'ho già detto: l'azienda di maggior valore al mondo sarà di nuovo una società di mobilità. Potrebbe essere Tesla, Apple o Volkswagen".