Accanto alle innovazioni più importanti dell'anno sul fronte delle batterie abbiamo pensato di chiudere questo (maledetto) 2020 anche con un contenuto più leggero, nell'auspicio che il nuovo anno possa portare con sé un po' della spensieratezza che tanto ci sta mancando.

Se quindi da un lato nel recente passato abbiamo visto il debutto moltissimi modelli chiave per l'elettrificazione - anche con una maxi-comparativa tra le 9 citycar a batteria più interessanti del momento - dall'altro vogliamo ricordare anche i mezzi elettrici più curiosi che sono spuntati nel corso dell'anno. Abbiamo riunito qui i più "strani".

1 - L’auto in scatola

Tra le curiosità del 2020 non si può non citare la microcar cinese che costa come uno smartphone. Viene spedita a casa in un pacco di cartone, come un qualsiasi altro prodotto acquistato su Amazon o Alibaba, dove in effetti è regolarmente in vendita ad un prezzo di circa 900 euro.

L'auto elettrica più economica del mondo

Ha dimensioni extrasmall e 1 CV di potenza ma, come dimostra la prova svolta dal giornalista Jason Torchinsky, per certi versi è addirittura meglio di quanto ci si possa aspettare. Prima di tutto, è perfettamente funzionante, e per quanto essenziale in tutto e per tutto, stupisce per la presenza della telecamera posteriore di parcheggio.

2 - Lo scooter gonfiabile

Sempre da Est, ma stavolta dall’Università di Tokyo, arriva invece un motorino che sta in uno zaino. Pesa meno di 5 kg e ha la peculiarità di essere gonfiabile (i ricercatori, che hanno pensato a tutto, forniscono anche un piccolo compressore). Si chiama Poimo e poggia su 4 ruote di piccole dimensioni.

POIMO

Interessante il fatto che lo si cavalchi come una bicicletta o uno scooter ma che abbia il manubrio fisso e che per curvare sfrutti lo stesso principio di uno skateboard. Per ora è un prototipo, ma a quanto pare c’è l’intenzione di metterlo in commercio. Dai laboratori dell’Università promettono: il modello di serie sarà più comodo e anche più leggero.

3 - Attenti alla Walkcar

Restiamo in Giappone, dove come ben noto hanno problemi di spazio più che altrove. Dal Paese del Sol Levante, infatti arriva un altro mezzo elettrico a dir poco microscopico. Si chiama Walkcar e ha le dimensioni di un computer portatile.

Anch’esso a 4 ruote, raggiunge una velocità di 16 km/h e garantisce un’autonomia di 7 km. Grazie alla struttura in carbonio ha un peso di soli 2,9 kg e si guida spostando il peso nelle varie direzioni per accelerare, frenare o curvare. Piccolo in tutto, fuorché nel prezzo, è regolarmente in commercio ad una cifra che si aggira intono ai 1.750 euro.

Fotogallery: Cocoa Walkcar: il micro monopattino a 4 ruote che entra in una borsa

4 - Un micro camper anfibio

Amate l’ambiente e la vita all’aria aperta: in Lituania hanno quello che fa per voi. Si tratta, in sintesi, di una bicicletta elettrica dotata di una parte carenata all’interno della quale si può dormire e che, essendo galleggiante ed impermeabile, può essere usata come microimbarcazione.

Fotogallery: Zeltini Z-Triton

Prodotta dalla Zeltini, la Z-Triton è definita “House, Boat, Trike” ed è in effetti un camper anfibio a pedalata assistita. Lo strano mezzo è spinto da due motori elettrici da 250 Watt ciascuno che garantiscono la possibilità di muoversi anche in acqua. Lungo 3,6 metri, sarà fornito in kit di montaggio. Sul sito sono già aperte le prevendite.

5 - Lo yacht extralusso

Restando in tema imbarcazione, ma spostandosi verso l’estremo opposto, si trova il Fibonacci di Icona Design. Imbarcazione superlusso a zero emissioni con una lunghezza di 16,6 metri e un peso di 32 tonnellate che può raggiungere una velocità di 15 nodi grazie a due motori elettrici da 200 kW di potenza.

Fotogallery: Icona Fibonacci

L’imbarcazione, che punta anche su un design senza compromessi, ha batterie da 680 kWh che garantiscono un’autonomia di 150 miglia (a una velocità di crociera di 10 nodi). Ma se si vuole avere un maggiore raggio di azione si potrà puntare sulla variante a idrogeno.