Insieme alla nuova berlina ET7 la Casa cinese ha stupito tutti al NIO Day con due annunci estremamente interessanti: ecco le novità

Durante il NIO Day la Casa cinese non ha presentato soltanto la nuova NIO ET7, berlina elettrica con caratteristiche al top per affermarsi su scala globale ai danni di Tesla e dei brand europei più blasonati. Nel corso dell'evento, infatti, l'azienda ha anche mostrato al mondo le nuove tecnologie che ha intenzione di introdurre nel prossimo futuro.

Nello specifico: batterie allo stato solido e nuove stazioni per il cambio “al volo” delle batterie delle sue auto.

Densità a 360 Wh/kg

NIO ha sempre avuto una strategia tutta sua in tema di batterie. Per quanto riguarda gli ioni di litio la Casa ha presentato un pacco da 70 kWh nel 2018, uno da 84 kWh nel 2019 e uno da 100 kWh nel 2020. E grazie all’architettura modulare permette ai propri clienti di fare l’upgrade a quello più grande se ne avessero intenzione.

NIO E 7

Ma ora la Casa ha annunciato di essere pronta a immettere sul mercato una batteria allo stato solido da 150 kWh. Lo farà tra meno di due anni, bruciando probabilmente la concorrenza di Toyota, che pure ha accelerato i tempi, e di Volkswagen. La batteria NIO avrà una densità di 360 Wh/kg, pari a circa il 50% in più di quella della batteria da 100 kWh, che si aggira intorno ai 200 Wh/kg. Molto probabilmente sarà fornita da CATL e sfrutterà un catodo ad alta percentuale di nichel e un anodo in carburo di silicio (SiC).

Adatta a tutti i modelli

La cosa interessante è che questa batteria, che esordirà sul mercato a fine 2022 con la versione top di gamma della ET7, sarà compatibile con tutte le altre elettriche a listino: ES8, ES6 ed ET6, che effettuando l'upgrade avranno prestazioni incredibilmente migliori, non solo in termini di autonomia (come si può vedere sotto) ma anche in termini di durata e velocità di ricarica (ma riguardo a questi parametri attendiamo dettagli precisi).

  • NIO ES8: da 580 a 850 km (NEDC)
  • NIO ES6: da 610 a 900 km (NEDC)
  • NIO EC6: da 615 a 910 km (NEDC)

Fotogallery: NIO ET7

Il cambio "al volo"

Ma come detto la Casa ha presentato anche la seconda generazione delle stazioni per il Battery Swap. Si tratta di un sistema di sostituzione al volo delle batterie che permetterà ai proprietari di una NIO di recarsi alla stazione e di rimpiazzare la batteria scarica con una piena di energia. Le stazioni 2.0, dotate di 13 batterie e di un ponte con il quale sollevare le auto, saranno in grado di operare 312 sostituzioni al giorno. La prima generazione della Battery Swap Station non andava oltre le 100.

Le operazioni di sostituzione della batteria (compatibili anche con quella nuova da 150 kWh) si svolgeranno in modo completamente automatico. Basterà recarsi presso uno dei punti designati, scendere dall’auto e, attraverso un’apposita funzione richiamabile dal menu del sistema di infotainment, lasciare che l’auto si posizioni all’interno dell’area e che le macchine provvedano al cambio. NIO ha dichiarato che entro la fine del 2021 saranno 500 le stazioni operative sui principali mercati.