L’impegno di Baidu nella mobilità elettrica prende forma anche grazie alla controllata DeepWay, joint venture fondata insieme a Lionbridge nel 2020. L’azienda del Google Cinese specializzata proprio in van e mezzi pesanti a basso impatto ambientale presenta oggi il camion Xingtu, naturalmente elettrico e anche a guida autonoma.

Una sorta di Tesla Semi Made in China che a livello di tecnologia non ha nulla da invidiare al veicolo che Elon Musk e soci si apprestano a mettere in commercio o ad altri veicoli analoghi come il Nikola Tre.

I vantaggi della piattaforma Apollo

Disegnato da Pininfarina Shanghai, filiale cinese del famoso atelier torinese, il Deepway Xingtu è dotato di un sistema di assistenza alla guida chiamato Highway Intelligence System che deriva dalle tecnologie sul tema che Baidu stessa mette a punto dal 2013. Si tratta di quelle legate alla cosiddetta piattaforma Apollo, che dovrebbe consentire all’azienda di mettere sul mercato veicoli con guida autonoma di Livello 4 entro il 2024.

Grazie a una lunga fase di sperimentazione, la piattaforma Apollo ha già completato 20 milioni di km di test grazie a progetti più o meno sperimentali messi in atto con robotaxi, minibus e altri veicoli per il trasporto di persone e merci.

DeepWay Xingtu

Reattività da record

Per muoversi senza l’intervento del conducente sfrutta 11 telecamere, 1 rilevatore a infrarossi, radar a onde millimetriche e un Lidar. Tutti i dati provenienti da questi sensori vengono poi elaborati da un moderno software che attraverso algoritmi avanzati legge le situazioni per gestire la marcia senza che la persona che siede al volante debba intervenire in alcun modo.

La guida autonoma è garantita da un sistema che, nella pratica, è in grado di monitorare l’ambiente circostante fino a una distanza di 1 km e di intervenire, una volta recepito l’input di un qualche evento, in soli 100 millisecondi.

DeepWay Xingtu
Il DeelWay Xingtu
Tesla Semi
Il Tesla Semi

300 km di autonomia, ma con battery swap

Per ora ancora allo stadio di concept, il DeepWay Xingtu, di cui qui trovate tutte le info su dimensioni e portata, è dotato di una batteria agli ioni di litio da 450 kWh che consente al camion di percorrere fino a 300 km con un pieno di elettroni. Questo risultato, che a dire il vero non è così lusinghiero rispetto a quanto dichiarato da altri concorrenti (il Tesla Semi promette 800 km, il Nikola Tre oltre 550) è ottenuto grazie a forme particolarmente aerodinamiche. La cabina così affusolata, infatti, permette di avere un Cx di 0,35 (il Semi si ferma a 0,38, ad esempio).   

Anche se può percorrere meno km tra una ricarica e l’altra, lo Xingtu dispone di un sistema di battery swap che consente la sostituzione della batteria in soli 6 minuti attraverso un’operazione completamente automatica.

Fotogallery: Foto - Baidu DeepWay Xingtu