Continua l’espansione della rete Supercharger in Italia. Stavolta tocca a Torino, che dopo la stazione di Moncalieri accoglie a Grugliasco (cittadina della primissima cintura del capoluogo piemontese) 12 nuove colonnine Tesla.

La nuova stazione sorge in una posizione strategia, nelle vicinanze di uno dei centri commerciali più grandi della città, quel “Le Gru” che oltre a rappresentare una sorta di capitale dello shopping per i torinesi, si anima nei mesi estivi di numerose iniziative volte all’intrattenimento, incluso il festival musicale estivo che vede la partecipazione di artisti di fama internazionale.

Tutti i Supercharger piemontesi

I Supercharger installati a Grugliasco sono tutti di tipo V3 e garantiscono quindi una velocità di ricarica fino a 250 kW. A dare l’annuncio dell’entrata in funzione della nuova stazione è stato l’account Twitter Tesla Charging, che la Casa americana ha aperto proprio per divulgare notizie inerenti la crescita della rete a livello globale.

Con l’arrivo di queste nuove colonnine, il sito di Grugliasco diventa il primo di Torino per dimensioni. A Moncalieri, infatti, i Supercharger presenti sono solo 8 e sono oltretutto di tipo V2, con potenza di ricarica fino a 150 kW.

 

Restando in Piemonte, oltre a queste due stazioni, Supercharger si trovano anche a Bardonecchia (8 stalli V3), a Cuneo (2 stalli V2) e a Cavaglià, in provincia di Biella, presso il locale Golf Club (8 stalli V2), per un totale di 38 colonnine.

  • Torino-Moncalieri: 8 stalli V2
  • Torino-Grugliasco: 12 stalli V3
  • Bardonecchia: 8 stalli V3
  • Cuneo: 2 stalli V2
  • Cavaglià: 8 stalli V2

Sempre più stalli

Elon Musk sta spingendo molto sull’ampliamento della propria infrastruttura di ricarica. La crescita è necessaria per assecondare il sempre maggiore numero di Tesla in circolazione. Solo in Italia, nel 2022 saranno aperte 14 nuove stazioni. A livello mondiale, nel 2021 la rete della Casa americana è cresciuta del 35% passando dalle 23.227 colonnine dislocate in 2.564 location del 2020 alle 21.498 (in 3.476 stazioni) di fine 2021.

Per restare aggiornati sulle mosse in tema di Supercharger si può sempre consultare il sito ufficiale Tesla, alla sezione “Find Us”. Lì si possono individuare anche gli stalli resi accessibili anche alle auto elettriche prodotte da altri costruttori. Per ora l’iniziativa si limita a un numero ridotto di colonnine, principalmente in Olanda e Francia, ma altri Paesi si aggiungeranno in futuro.

Fotogallery: Foto - I Tesla Supercharger di Grugliasco, a Torino