K.EY (The Energy Transition Expo), in programma dal 22 al 24 marzo a Rimini, è la fiera dedicata alla transizione energetica. Per il 2023 si rinnova completamente, diventando indipendente e prevedendo un'intera area espositiva dedicata all'e-Mobility e al futuro del settore dei veicoli a quattro ruote, sia a uso privato che commerciale.

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla nuova edizione; come è fatta, cosa vedere, come raggiungerla e perché è importante per l'Italia.

Cos'è

Per parlare di K.EY - The Energy Transition Expo prima di tutto bisogna rispondere alla domanda su che cosa sia. Key Energy è la fiera che da 15 edizioni parla del futuro dell'energia e della mobilità sostenibile, quest'anno cambia nome in K.EY. diventando indipendente da Ecomondo ma restando alla Fiera di Rimini.

Gli argomenti portati all'ombra dei padiglioni romagnoli dalle aziende sono tutti inerenti alla transizione energetica e alle energie rinnovabili, quest'anno con particolare focus sul solare, sull'eolico, sulla mobilità a zero emissioni e a idrogeno e, infine, sul progetto delle Sustainable City, evoluzione del concetto di Smart City di cui abbiamo parlato agli Electric Days.

La fiera di Rimini

Di cosa si parla

Analizzando nel dettaglio i padiglioni espositivi di K.EY, per l'edizione 2023 sono in totale 12. Quello dedicato all'e-Mobility si chiama EME - e-Mobility Expo ed è uno spazio completamente rinnovato rispetto alle edizioni passate, riservato alla transizione energetica della mobilità e pensato in maniera complementare a quello dedicato alle Sustainable City, riservato alla trasformazione delle città.

Gli argomenti trattati nel padiglione dedicato alla mobilità sostenibile sono le batterie, l'elettrificazione delle flotte aziendali e del trasporto merci, il tema dell'occupazione e delle nuove professioni legate alla trasformazione del settore automotive e molte altre questioni delicate per il momento storico che stiamo attraversando.

 

Poche settimane fa l'organizzazione ha rilasciato la mappa completa dell'evento sulla propria pagina LinkedIn, attraverso la quale ci si può già fare un'idea sullo sviluppo della fiera e sulle altre aree tematiche.

Per esempio, una di queste si chiama SEC (Solar Exhibition and Conference) ed è dedicata all'analisi e ai possibili sviluppi dell'energia solare. Poi c'è la WEM (Wind Expo for Mid), dedicata alle tecnologie e ai servizi per la realizzazione di impianti eolici sia in mare che sulla terraferma.

Guardando la cartina, trova poi posto la HYe, dedicata alle tecnologie per la produzione e lo stoccaggio dell'idrogeno, seguita da quella rinominata EFFI (Energy Efficiency Expo), pensata per esporre le tecnologie dedicate all'ottimizzazione dei consumi energetici. Infine, nella hall di ingresso trova posto l'Innovation Square, cioè l'area dedicata alle start-up.

Alessandra Astolfi, Global Exhibition Director Green and Technology Division di IEG, ha commentato:

“Con la prima edizione indipendente di K.EY abbiamo voluto riservare un palcoscenico esclusivo alla transizione energetica e ai temi dell’efficienza a 360°, parlandone da tutti i punti di vista. Non poteva mancare la mobilità, che occupa uno spazio importantissimo nella nostra vita di tutti i giorni ed è un tassello fondamentale su cui lavorare per realizzare seriamente la transizione energetica."

"A K.EY 2023 affronteremo molti argomenti, dalle infrastrutture di ricarica pubblica e privata ai servizi di interconnessione, batterie, elettrificazione delle flotte aziendali e trasporto merci, senza dimenticare il tema dell’occupazione e delle nuove professionalità legate alla trasformazione dell’intero ecosistema automotive."

"Inoltre, il palinsesto di eventi e convegni previsti consentirà di approfondire diversi aspetti legati alla mobilità elettrica, come lo stato dell’arte in Europa e in Italia, ma anche il rapporto fra mobilità sostenibile ed energie rinnovabili e le possibili prospettive per la mobilità ad idrogeno.”

Come visitare l'evento

Visitare K.EY 2023 è molto semplice. Basta recarsi al quartiere fieristico di Rimini, che può essere raggiunto anche in questo caso in modo sostenibile, con mezzi elettrici, in car sharing o con servizi di micromobilità messi a disposizione da diverse aziende del settore a partire dalle stazioni di trasporto pubblico vicine.

Anche per questa edizione, infatti, resta confermato il rafforzamento del servizio di trasporto pubblico regionale con pullman e treni. Infine, all'interno dei parcheggi della fiera sono assicurati stalli di ricarica per auto elettriche con potenze, in corrente alternata, fino a 11 kW.

key-the-energy-transition-expo Vedi tutte le notizie su K.EY - The Energy Transition Expo