Le presse prodotte dalla bresciana IDRA sono grandi come delle palazzine e possono rivoluzionare la produzione delle auto

Durante il Battery Day, il numero uno di Tesla Elon Musk è uscito allo scoperto confermando che per ridurre i tempi e i costi di produzione avrebbe sfruttato delle enormi presse in grado creare con un solo stampo interi pezzi di scocca.

Per farlo avrebbe utilizzato le Giga Press, così come le ha battezzate. Presse prodotte dall’azienda bresciana IDRA, che ha confermato di aver raggiunto l'accordo con il costruttore californiano e che oggi ci mostra in un video l'assemblaggio di uno dei suoi giganteschi macchinari. Ma quanto sono grandi?

Una pressa come una casa

Partiamo da un po’ di dati: le Giga Press per essere trasportate hanno bisogno di 24 camion ciascuna, pesano 430 tonnellate e sono grandi come una… palazzina: 20 metri per 7,5, con altezza di 6 metri.

A quanto pare, stando a quanto riportato da Teslarati, a Fremont ne sarebbero state consegnate già due, ma essendo troppo grandi non hanno inizialmente trovato posto all’interno della fabbrica.

Così si è deciso di "costruirci la fabbrica intorno": nel senso che nei lavori di ampliamento che Tesla sta affrontando anche per far fronte ad altre esigenze (una linea della Model Y era ancora sotto un tendone) la Casa di Palo Alto ha realizzato delle strutture apposite per ospitare proprio le Giga Press.

Tesla, ecco come si assembla la Giga Press di Idra

12 super-presse in arrivo

Alle due già consegnate nello stabilimento californiano se ne aggiungeranno presto altre 12, che Tesla ha acquistato con l’intenzione di impiegarle anche in altre fabbriche, a partire da Berlino, dove ha anche avviato le assunzioni di tecnici europei (come di consueto con colloqui alla Musk-maniera).

Le presse IDRA non saranno impiegate invece a Shangai: laggiù, a partire da ottobre, Tesla usa presse simili ma fornite da un'altra azienda per la Model 3 e, appunto, la Model Y che, anche là, è finalmente entrata in produzione.