A Elon Musk piace giocare con la tecnologia: ecco le trovate più curiose (alcune molto utili) registrate dalla Casa californiana

Tesla piace anche perché è vista da molti come la Casa più tecnologica in assoluto. Del resto, basta vedere la sua capitalizzazione per comprendere quanto la Borsa stia premiando la creatura di Elon Musk per la sua "visione", a dispetto di volumi e capacità produttiva imparagonabili rispetto ai colossi del settore.

Tra tutti i brevetti che l'azienda di Palo Alto sta depositando ce ne sono alcuni che sembrano adatti a un film di fantascienza e altri più vicini a tramutarsi in nuove feature. Guardiamoli più da vicino, anche per capire un po' "come si ragiona" guardando al futuro in Tesla.  

Laser? Perché no

Tra i brevetti più curiosi di Musk e soci questo merita sicuramente una menzione speciale. Il costruttore vorrebbe infatti implementare i normali tergicristalli con... dei raggi laser.

Windscreen wiper moving in heavy rain

Già, proprio dei raggi laser in grado di rimuovere detriti e sporcizia. In realtà questi non andrebbero a sostituire in toto i normali tergicristalli, che continuerebbero ad essere funzionali per una normale pioggia. 

Il volante capacitivo

Tesla: ecco i brevetti delle tecnologie del futuro

Il volante con tecnologia touchscreen capacitiva in realtà non è un'innovazione in termini assoluti perché è stato introdotto da Mercedes sull'ultima Classe S.

Tuttavia, il brevetto depositato da Tesla è un po' diverso perché consentirebbe addirittura di bypassare il selettore fisico della leva del cambio, oltre ad introdurre ulteriori elementi touch, schermi, feedback tattili e tanto altro ancora. Sulle Tesla del futuro potrebbe quindi trovare posto un volante ultra tecnologico. 

I sedili e le cinture smart

Tesla: ecco i brevetti delle tecnologie del futuro

I sedili smart che hanno in mente in Tesla potrebbero essere particolarmente utili in termini di sicurezza. L'idea è quella di affogare nella seduta e nello schienale dei sensori in grado di determinare peso, caratteristiche e posizione dei passeggeri. Tutte informazioni che una volta processate potrebbero rivelarsi utili in caso di incidente, così che l'auto possa sapere quali airbag attivare e con quale forza dispiegarli.

Tesla: ecco i brevetti delle tecnologie del futuro

Un discorso analogo è stato fatto con i sensori nelle cinture di sicurezza. Attraverso di essi l'auto ad esempio saprà se qualcuno dei passeggeri non è completamente trattenuto dalla cintura (ad esempio se ha un braccio sopra la cintura), oltre a poter constatare il loro corretto utilizzo.

Autonomia reale

Tesla: ecco i brevetti delle tecnologie del futuro

La Casa di Elon Musk si è già distinta sul mercato per il funzionamento del suo computer di bordo, che tuttavia come quello dei suoi competitor non può ancora essere affidabile al 100% sui calcoli dell'effettiva autonomia residua.

Per avvicinarsi alla "perfezione", Tesla ha depositato un brevetto che riguarda un nuovo algoritmo del sistema di navigazione per calcolare in tempo reale l'energia necessaria a raggiungere una determinata meta, interpolando una straordinaria mole di dati.