È in arrivo una pioggia di finanziamenti per le batterie europee. Sono quelli raccolti da Northvolt, che ha annunciato un aumento di capitale per sostenere le proprie operazioni nel Vecchio Continente. Il tesoretto vale la bellezza di 1,1 miliardi di dollari (poco più di 1 miliardo di euro).

Nell’elenco degli investitori si può leggere anche il nome del Gruppo Volkswagen. Gli altri sono AMF, AP funds 1-4, ATP, Ava Investors, Baillie Gifford, Compagnia di San Paolo, Folksam Group, Goldman Sachs Asset Management, IMAS Foundation, Olympia Group, OMERS Capital Markets, PCS Holding, Swedbank Robur e TM Capital.

Una catena europea

Grazie alla nuova iniezione di liquidità, Northvolt può contare su quasi 8 miliardi di dollari (oltre 7,5 miliardi di euro) raccolti dal 2017 a oggi, che la aiuteranno a portare a termine la sua missione di sviluppare una delle maggiori realtà europee per la realizzazione di batterie per auto elettriche.

Volvo e Northvolt insieme per un centro di ricerca sulle batterie
Batterie Northvolt

L’altro importante obiettivo è di garantire che almeno il 50% delle forniture di materie prime sia assicurata da accumulatori riciclati entro il 2030. È anche per questo che la società ha aperto il più grande impianto di riciclo in Europa. Sorge a Fredrikstad, nella Norvegia meridionale, e nasce dall’alleanza con la locale Hydro.

La mappa delle gigafactory

Per il futuro, Northvolt porterà avanti il piano di espansione per il suo impianto Ett a Skellefteå e continuerà la costruzione della gigafactory a Göteborg (Svezia), con Volvo, e di quella a Heide (Germania), battezzata Frei. Parallelamente, realizzerà una fabbrica per catodi a Borlänge (Svezia), chiamata Fem.

Tornando al presente e ai traguardi già tagliati, l’azienda ha già realizzato le prime batterie 100% europee: una pietra miliare raggiunta a fine dicembre 2021. Le consegne sono partite a metà maggio.

Gli ordini hanno un valore totale di circa 55 miliardi di dollari (53 miliardi di euro) e andranno a clienti come BMW, Fluence, Scania, Volvo e Volkswagen. Northvolt ha dato lavoro finora a 1.800 persone e procede al ritmo di 150 assunzioni al mese.