L’auto elettrica fa paura? In Italia, ad alcuni, sì. Inutile girarci intorno. I timori sono sempre i soliti: autonomia insufficiente rispetto alle proprie necessità, paura di rimanere “a secco” per assenza di colonnine, tempi troppo lunghi per ricaricare.

Il mercato conferma questa generale diffidenza tutta italiana nei confronti delle auto a zero emissioni. Siamo un po’ il fanalino di coda dell’Europa che cambia. Almeno, di quell’Europa centrale con la quale ci confrontiamo direttamente.

Però, le cose possono cambiare. Anzi, devono cambiare per forza. Quindi, tanto vale farlo nel modo meno traumatico possibile. Ma come?

L'auto elettrica va capita

Da una parte si deve lavorare sull’intero ecosistema: incentivi all’acquisto, agevolazioni, infrastruttura e chi più ne ha più ne metta. Dall’altra, è necessario spingere sulla diffusione di informazioni corrette. Perché molte volte ci si spaventa di quello che non si conosce e, una volta che si è inquadrata meglio la situazione, si scopre che è molto diversa da come si era immaginato.

Foto - Hyundai Autosantoro, punti di ricarica elettrica

L'auto elettrica spaventa? Non è detto...

Hyundai l’ha capito e ha trasformato un problema in un’opportunità. Ha inaugurato il suo primo showroom dedicato alla mobilità a zero emissioni e lo ha fatto a Salerno, in Campania, una regione in cui le auto elettriche sono tra le meno diffuse di tutto il territorio nazionale e dove le colonnine di ricarica – a dir poco – scarseggiano.

Si ricarica sempre

Nello specifico, Hyundai Italia, insieme ad Autosantoro, ha inaugurato un vero e proprio hub in grado di offrire una serie di servizi per le auto elettriche che saranno disponibili 24 ore su 24, sette giorni su sette (Qui le coordinate per poterci arrivare).

Come? Per esempio con assistenza specializzata o anche solo con la presenza di colonnine – di cui una a corrente continua da 300 kW di potenza – che consentano a chiunque di ricaricare in tempi brevi.

Foto - Hyundai Autosantoro, punti di ricarica elettrica

I punti di ricarica in DC e AC aperti H24 a Salerno

Cogliere le opportunità, dicevamo. Ecco, questo Hyundai Santoro Electrified rappresenta una buona opportunità per diversi motivi. Il primo, quello di avvicinare l’auto elettrica alla gente anche in una zona d’Italia dove vendite e infrastruttura faticano a decollare. Il secondo, offrendo un punto d’appoggio utile a tutti coloro che un’auto elettrica ce l’hanno già.

E non stiamo pensando solo ai residenti, ma anche ai turisti, che potrebbero essere invogliati a passare del tempo in Campania consapevoli che anche viaggiando in elettrico possono trovare un luogo utile a ogni evenienza.

Fotogallery: Hyundai Autosantoro, punti di ricarica elettrica