Dopo il lancio della e, il produttore giapponese si concentra sulla rete di ricarica

Honda è sempre più attiva nel mondo dell'elettrico e con lungimiranza non si limita a presentare vetture ad alimentazione "green", ma si preoccupa anche di trovare soluzioni per la ricarica, ancora un aspetto da migliorare circa la mobilità elettrica. Le proposte di Honda sono dedicate a clienti privati, pubblici e postazioni di ricarica veloce con capacità V2G.
 

Honda Power Charger per clienti privati

Il Power Charger per i privati è un sistema di ricarica a corrente alternata di livello 2 con potenza di 7,4 kW monofase, oppure 22 kW trifase. Honda prevede vari sistemi per la migliore gestione della ricarica e per la sicurezza. Inoltre è prevista l’integrazione con i sistemi di energia rinnovabile presenti nelle abitazioni. Per la sicurezza c'è poi il sistema di identificazione dell’utente contactless mediante il sistema RFID. In questo modo saranno evitati utilizzi non autorizzati. 
Honda e soluzioni di ricarica

I sistemi di ricarica pubblici

Honda non trascura nemmeno le esigenze di quelle aree residenziali con poche postazioni di ricarica e ha avviato una partnership con ubitricity, presente con oltre 1.700 punti di ricarica in Germania e Regno Unito. L’idea di Honda è semplice e efficace: la casa giapponese insieme a ubitricity inserirà postazioni di ricarica all’interno dei lampioni. Per rendere semplice la vita all’utente le due aziende prevedono un sistema per l’addebito dei costi senza la necessità di avere abbonamenti con vari gestori.

Honda e charging solutions

Honda Power Manager Prototype

La terza soluzione che Honda prospetta è quella dedicata alle reti di ricarica intelligente con funzione bidirezionale, cioè da rete a veicolo e viceversa. Il costruttore giapponese si è avvalso della collaborazione di EVTEC, specializzata nei sistemi di ricarica bidirezionali, cosiddetti V2G (Vehicle to Grid). Questo complesso sistema di ricarica permette una migliore gestione dell’energia ed è in grado di prelevare energia dalle batterie delle vetture per soddisfare i momenti di maggiore domanda. Un esempio: la vettura potrebbe alimentare l’impianto elettrico dell’abitazione nei momenti di picco di richiesta e essere poi ricaricata successivamente. Questo tipo di sistemi è adesso in fase di collaudo, si pensa alla commercializzazione dopo il 2020, ma i primi prototipi sono già in funzione a Londra. 

'

Fotogallery: Honda e soluzioni per la ricarica