La nuova iniziativa della Casa giapponese per far comprendere cosa vuol dire davvero guidare a zero emissioni

Nissan spinge sempre di più sulla mobilità elettrica. E lo fa con una strategia ad ampio raggio che passa per le auto, i servizi e l’infrastruttura.

Due sono le nuove iniziative messe in campo dalla Casa nipponica. L’installazione di una wallbox gratuita per chiunque acquisti una Leaf o, in futuro, una Ariya, e la possibilità di effettuare test drive specifici pensati per consentire ai clienti di approfondire la conoscenza di una vettura a batteria prima di passare all’eventuale acquisto. Partiamo proprio da questo aspetto.

Due giorni a zero emissioni

L’auto elettrica, si sa, può spaventare chi non conosce ancora questo mondo. Ci sono automobilisti che vedono con un po’ di diffidenza la mobilità a zero emissioni. I dubbi sono noti: riguardano l’autonomia, i tempi di ricarica, la difficoltà ad organizzare un viaggio a lungo raggio.

Fotogallery: Nissan Leaf e+ 62 kWh

Nissan, allora, ha pensato di offrire in prova gratuita, per 48 ore, una Nissan Leaf. Il test drive si prenota online inserendo i propri dati e inoltrando la richiesta. Gli interessati saranno richiamati in breve tempo per fissare la consegna dell’auto presso uno dei concessionari italiani.

Un'idea vincente, perché permette a chiunque di comprendere quanto un’auto elettrica risponda alle proprie esigenze, che vincoli reali imponga e che opportunità offra in termini di libertà di movimento e costi di ricarica. Oltre a questo, Nissan sfrutta anche il vantaggio di far conoscere meglio la Leaf e le sue caratteristiche (in basso alcuni dati tecnici), dai sistemi di assistenza alla guida alle prestazioni e l’abitabilità.

  • Batteria: 62 kWh
  • Potenza max: 217 CV (160 kW)
  • Coppia max: 340 Nm
  • Autonomia: 385 km
  • 0-100: 6”9

Fotogallery: Nissan Ariya

Wallbox e app

Oltre a questo, la Casa giapponese ha deciso di offrire gratuitamente una wallbox (e la relativa installazione) a chiunque acquisti un’auto elettrica del marchio. Si potrà decidere se montare la wallbox presso la propria abitazione, in garage o nel parcheggio condominiale (rispettando naturalmente tutti i vincoli previsti).

Il successo nel campo della mobilità elettrica si misura anche attraverso i servizi che si riescono ad offrire. Con l’app Nissan Charge la Casa garantisce a chiunque guidi una Leaf l’accesso a 9.000 punti di ricarica sparsi in tutta Italia, che diventano 100.000 se si guarda all’intera area comunitaria.

Il servizio di ricarica è stato sviluppato insieme all’azienda Plugsurfing, che permette a chiunque si registri (gratuitamente) sull’app, di trovare le colonnine e di gestire la ricarica, anche a distanza, e i pagamenti.