Che il mercato delle auto elettriche sia in crescita non è certo una sorpresa. Ma Jato oggi pubblica i dati relativi alle vendite del comparto affermando che tra il 2020 e il 2021 le vetture a batteria hanno raddoppiato la quota di mercato, passando dal 3,1% al 6,0%. In termini assoluti, nel 2021 si è arrivati a 4,2 milioni di immatricolazioni. Nel 2020 erano state 2,01 milioni; nel 2019 1,4.

La carenza globale dei semiconduttori ha in un certo senso contribuito a questa crescita. Le Case, infatti, costrette a rallentare la produzione totale, si sono concentrate sui modelli più redditizi. Hanno insomma sacrificato le auto a benzina e a gasolio, che già stavano vivendo una fase calante, per non danneggiare eccessivamente il comparto delle vetture elettrificate.

Prima Cina e UE, poi anche USA

Le auto elettriche in questi anni hanno acquisito popolarità soprattutto in Cina e, subito dopo, hanno iniziato a diffondersi anche in Europa. Dal 2021, però, si è registrata un’accelerazione delle vendite anche in Nord America, mentre sui mercati emergenti le BEV rappresentano ancora una scelta di nicchia.

In Cina, soprattutto, la presenza di modelli a batteria accessibili ha spinto le immatricolazioni e ha portato quel mercato orientale di nuovo ad avere un ruolo trainante per la mobilità a zero emissioni. Nel 2021 circa il 50% delle vendite totali di auto elettriche è avvenuta all'ombra della Grande Muraglia. Questo grazie agli sforzi compiuti dai costruttori cinesi, che hanno adottato politiche commerciali che hanno riscosso grande successo tra gli automobilisti del proprio Paese.

wuling---hong-guang-mini-ev

La situazione europea

Anche le vendite di auto elettriche in Europa sono state trainate dalle Case locali. Volkswagen e Stellantis hanno fatto registrare i numeri migliori, inseguite da Tesla, costruttore che mantiene la leadership nel settore e che può contare, a differenza di altri, di una buona presenza su tutti i principali mercati.

L’arrivo in concessionaria di un numero maggiore di modelli e una più spiccata coscienza green degli automobilisti hanno contribuito alla diffusione delle auto a zero emissioni nei mercati del Vecchio Continente.

2022 Audi Q4 E-Tron Esterno

L'elettrico piace anche agli americani

Per quanto riguarda gli Stati Uniti, che rimangono il primo mercato per Elon Musk e soci, le auto elettriche ancora faticano a prendere piede. Ma le nuove politiche in tema di sostenibilità e gli aumenti dei costi dei carburanti stanno facendo cambiare mentalità agli automobilisti americani, che dopo aver puntato con decisione su Tesla, se intenzionati a passare a un’auto elettrica, ora sono attratti da alcune startup locali (come Rivian e Lucid, tanto per citare le due principali) e dai modelli che le Case europee hanno iniziato a vendere anche su quella sponda dell’Atlantico.

Stazione di ricarica Tesla Supercharging (da sinistra: Model S, Model 3, Model X e Model Y)

Negli USA il fenomeno delle auto elettriche è destinato inoltre a subire una forte ulteriore accelerazione con l'arrivo in vendita di tutta una serie di pick-up a batteria (dal Tesla Cybertruck al Ford F-150 Lightning, passando per Hummer EV e Rivian R1T) che convincerà numerosi cittadini statunitensi a passare a un modello a zero emissioni.