La kermesse svizzera è pronta a partire: ecco tutti i nuovi modelli elettrificati che vedremo sotto i riflettori

C'è un gran fermento intorno all'edizione targata 2020 del Salone di Ginevra. Nonostante le defezioni in ulteriore aumento rispetto allo scorso anno, i brand che prenderanno parte alla kermesse ginevrina porteranno negli stand molte novità interessanti. 

Buona parte di queste, ovviamente, saranno elettriche o elettrificate, seguendo così il filone green che ormai tutti i costruttori automobilistici hanno intrapreso.

La Fiat 500 elettrica

Partiamo dunque da quella che potrebbe essere la regina del Salone di Ginevra 2020. Stiamo parlando della Fiat 500 elettrica. Di lei abbiamo già parlato molto, anche se, per scoprire davvero come è fatta, bisognerà aspettare il fantomatico momento in cui cadranno i veli.

Detto questo, qualche informazione noi già ce l'abbiamo. Molto probabilmente, infatti, fedele allo schema proposto dalla concept Centoventi, anche la 500 elettrica sarà disponibile con diversi tagli di batteria. Inoltre, verrà proposta con carrozzeria a tre e cinque porte

Fotogallery: Fiat 500 elettrica, tutto quello che sappiamo di lei aspettando il 2020

Audi tra A3 ed e-tron Sportback

Detto di Fiat, passiamo ai costruttori tedeschi. Da Audi, per il momento, l'unica vera conferma è rappresentata dal debutto della nuova A3 (quasi certamente con varianti ibride) accanto alla quale, però, potremmo molto probabilmente vedere anche la nuova e-tron Sportback.

La variante coupé della e-tron arriverà sul nostro mercato ad aprile, con prezzi a partire da 75.400 euro. In forse il lancio del restyling della Q5, il cui aggiornamento estetico interesserà ovviamente anche le due versioni plug-in da 299 e 367 CV. 

Fotogallery: Audi e-tron Sportback 2020

Prove di elettrica per BMW

Anche BMW prenderà parte al salone svizzero. Sul versante della mobilità sostenibile presenterà la nuova X2 xDrive25e: variante alla spina del SUV compatto bavarese. Il powertrain è il medesimo della X1 xDrive25e, costituito da un tre cilindri a benzina da 125 CV e 220 Nm e da un motore elettrico montato sull'asse posteriore da 95 CV e 165 Nm.

L'auto, complessivamente, può contare su una potenza di sistema di 220 CV e 385 Nm. Ad alimentare l'unità elettrica provvede una batteria da 10 kWh che assicura un'autonomia in elettrico di 57 km. Altra novità firmata BMW sarà la i4 Concept, la berlina 100% elettrica da 530 CV e 600 km di autonomia con Tesla (che non sarà presente al Salone) nel mirino.

Fotogallery: BMW i4 Foto spia

Da Porsche a Mercedes

Allo stand Mercedes, invece, vedremo la nuova GLA e il restyling della Classe E. Due modelli che, anche se non da subito, verranno sicuramente declinati in varianti elettrificate. Ancora da capire a che livello.

C'è poi Porsche, che accanto ai tanti e immancabili modelli a propulsione "tradizionale", molto probabilmente esporrà la Taycan Sport Turismo, versione "familiare" dell'elettrica di Stoccarda che condividerà piattaforma e powertrain con la sorella berlina.

Fotogallery: Porsche Taycan Cross Turismo 2021

L'offensiva elettrificata di Renault

Renault sarà uno dei pochi brand francesi presenti a Ginevra e, al momento, di certezze su ciò che porterà al Salone ce ne sono poche. Tante le ipotesi: tra le più accreditate ci sono il debutto della variante plug-in del SUV compatto Captur, accanto al quale potremmo vedere la versione elettrificata della Clio, con la quale proprio la Captur condivide la piattaforma.

Probabile anche la presenza della Megane restyling, nella cui gamma è ora presente un'inedita variante plug-in, ma per il momento solo con carrozzeria wagon. In ultimo, circolano voci circa il possibile debutto di una Twingo Z.E. ma per averne conferma, bisognerà aspettare.

Fotogallery: Renault Clio e Captur E-Tech

Honda: tra e e Jazz e:HEV

Passando agli orientali, all'interno dello spazio espositivo riservato a Honda troveremo la Jazz e:HEV, la piccola del costruttore nipponico declinata in variante ibrida. A spingerla provvede un quattro cilindri a benzina da 1,5 litri, in abbinamento a due unità elettriche, per una potenza complessiva di 109 CV e 253 Nm di coppia massima. A fianco alla citycar ibrida arriverà anche la Honda e, che però non è più una novità vera e propria.

Fotogallery: Honda Jazz 2020

Toyota e Lexus alla spina

Da Lexus, invece, le novità elettrificate saranno principalmente due. La prima è l'UX300e, un modello particolarmente importante per il brand di lusso giapponese, poiché rappresenta la prima elettrica del marchio. Ad alimentarlo provvede una batteria da 54,3 kWh, che assicura un'autonomia di 400 km.

La seconda novità è la LF-30, una concept che anticipa le linee dei modelli Lexus che vedremo nel 2030. Ha una batteria da 110 kWh che manda energia a quattro motori elettrici in grado di sviluppare 544 CV e 700 Nm, mentre l'autonomia è di 500 km.

Accanto a Lexus non può naturalmente mancare Toyota sulla cui lista di novità però, ci sono ancora molti dubbi. Molto probabilmente vedremo la nuova Yaris Hybrid, accanto alla quale dovrebbe essere riservato uno spazio al Rav 4 in versione plug-in. A completare il tris di elettrificate giapponesi anche la nuova generazione della Mirai, che fedele alla tradizione continua a puntare sull'idrogeno come soluzione per il futuro della mobilità.

Fotogallery: Lexus UX 300e

Prove di futuro per Hyundai

Hyundai, invece, porterà al Salone di Ginevra 2020 la Prophecy concept EV. Si tratta di un prototipo a propulsione elettrica del quale, però, non si conoscono ancora i dettagli. Dall'unico teaser per ora rilasciato, tuttavia, il modello probabilmente rappresenta un'ulteriore evoluzione del linguaggio stilistico di casa Hyundai.

ginevra

Mazda e l'elettrica fuori dagli schemi

Di lei si sa ormai tutto. La nuova Mazda MX-30 ha fatto molto parlare di se per la sua filosofia "controcorrente". Rispetto a molte competitor, infatti, i tecnici Mazda hanno scelto di dotare la loro elettrica di una batteria più piccola, 35,5 kWh, che assicura un'autonomia di 200 km. Comunque sufficiente, secondo il costruttore giapponese, per rispondere alle necessità di spostamento nel classico tragitto casa-lavoro.

Fotogallery: Mazda MX-30

Jeep, avanti con le Plug-in

Per chi ama i SUV, lo stand Jeep sarà una tappa obbligatoria. Lo spazio espositivo del costruttore americano, infatti, sarà monopolizzato dalla presenza di modelli ibridi plug-in. Tra questi, ovviamente, Renegade e Compass 4xe.

Le versioni "alla spina" dei due modelli a Stelle e Strisce sono alimentati da un motore benzina di 1,3 litri e un motore elettrico montato sull'asse posteriore. L'insieme dei due permette di avere a disposizione una trazione integrale "on demand" e una potenza di sistema di 240 CV. L'autonomia in elettrico, grazie alla batteria da 11 kWh, è di 50 km. ancora nessuna certezza a riguardo, ma molto probabilmente presso lo stand Jeep sarà possibile vedere da vicino anche la variante plug-in del Wrangler.

Fotogallery: Jeep Renegade e Compass 4xe

Suzuki, dal SUV alla sportiva

Rimanendo tra i SUV, al Salone di Ginevra 2020 dovremmo poter vedere la nuova Suzuki Vitara MHEV, versione elettrificata del fuoristrada di punta del costruttore di Hamamatsu. Si tratta di un ibrido leggero, che abbina al motore 1.4 benzina da 130 CV una rete di bordo a 48 V. Al suo fianco, probabile la presenza del restyling della piccola Ignis e la nuova variante con sistema mild-hybrid della Swift Sport.

Suzuki Vitara 2018

Skoda alate alla spina

L'annuncio dell'arrivo di Skoda nel segmento di mercato riservato ai modelli ibridi plug-in risale ormai a quasi un anno fa. Tuttavia, a Ginevra il costruttore ceco compirà un ulteriore passo avanti in tal senso presentando la versione plug-in dell'Octavia più potente a listino, ovvero la RS iV. Di lei, per il momento, si conosce soltanto la potenza massima: 245 CV. Altra novità Skoda presente al salone svizzero potrebbe essere la Enyaq, una full-electric realizzata sulla piattaforma MEB con tre tagli di batteria.

Fotogallery: Skoda Vision iV concept

Piccola in arrivo per le ID di Volkswagen?

A proposito della piattaforma MEB, a Ginevra non poteva mancare all'appello Volkswagen, che alla kermesse elvetica esporrà non soltanto la nuova ID.3 e la nuova Golf anche nelle sue varianti elettrificate ma, chissà, forse anche la nuova ID.1. Si tratterebbe del modello più piccolo della famiglia ID che, se confermato, potrebbe andare a sostituire l'attuale e-up!

Fotogallery: Volkswagen ID.3

McLaren, supercar integrale

Dopo l'incredibile P1, non stupisce la presenza di McLaren in un elenco dedicato ai modelli ibridi ed elettrici che ci aspettiamo di vedere a Ginevra. Al Salone svizzero, infatti, il brand inglese tornerà sul tema "green" presentando (probabilmente) una nuova piattaforma elettrificata a trazione integrale. Le ruote posteriori saranno mosse da una tradizionale motore a combustione interna, mentre quelle anteriori da un'unità elettrica. Ma per tutti i dettagli bisognerà attendere ancora qualche settimana.

mclaren p1 carbon